Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Montepellegrino / Via Anwar Sadat

Mondiali di boxe, a Palermo la sfida tra Italia Thunder e Portorico

Una primissima volta per il capoluogo e un match particolarmente importante, perché in palio ci sono punti validi per la qualificazione alle Olimpiadi di Rio. Le due squadre si affronteranno alla Fiera del Mediterraneo. Cammarelle: "L'Italia è candidata a fare grandi cose"

Sbarca per la prima volta in città il campionato mondiale di boxe a squadre. La manifestazione, promossa da Vanilla Group, approderà nel capoluogo sabato 31 gennaio, alle 21, presso il padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo. A sfidarsi a colpi di pugni saranno l'Italia Thunder, guidata dal coach Raffaele Bergamasco e l'Hurricanes Portorico. L'incontro si inserisce nel calendario del Regular Season del Campionato Internazionale “World Series of Boxing”, un’iniziativa dell’Aiba, International Boxing Association. Ben 3500 i posti messi a disposizioni del pubblico palermitano, con quattro fasce di prezzo, dai 25 ai 40 euro, in base alla vicinanza al ring. 

A presentare oggi la quinta stagione delle Wsb a Palazzo delle Aquile, il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore allo Sport, Cesare Lapiana, Alessandro Martello, manager di Vanilla Group, che ha ideato e gestito tutti i particolari della manifestazione, Paolo Cassera, presidente di Italia Thunder, e Fausto Torta, presidente della Quinta commissione. Sindaco per un giorno, nel posto solitamente riservato al primo cittadino, Roberto Cammarella, il pluricampione Italiano dei Supermassimi.

I protagonisti si affronteranno e saranno suddivisi in base al peso. Ci saranno i 49, i 56, i 64, i 75 e i 91 chilogrammi. Cerimonia importante sarà quella che si svolgerà il 30 gennaio al Forum alle 14, con la pesatura dei ragazzi che prenderanno parte al primo match. "Palermo è una città stupenda - commenta il signore del ring, Cammarelle - e da parte dei cittadini c'è grande voglia di vedere questo spettacolo. E noi, dopo il 31, pensiamo di tornare". 

La squadra italiana farà il suo esordio a Baku contro i Fires dell'Azerbaijan il 17 gennaio per spostarsi poi negli Stati Uniti giorno 23. Quello a Palermo sarà il primo incontro casalingo di sette. Tutti i match saranno trasmessi alle 23.45 su Italia 1 in 87 Paesi del mondo. Sedici le squadra partecipanti, suddivise in due gironi da otto ciascuno. La regolar season si chiuderà il 25 aprile nel match casalingo contro gli Astana Arlans, mentre i quarti scatteranno il 7 e 8 maggio. Per le semifinali si dovrà attendere il 21 e 22 maggio, i match conclusivi si terranno, invece, l'11 e il 12 giugno. 

Una sfida, quella palermitana, particolarmente importante perché in palio ci sono punti validi per la qualificazione alle Olimpiadi di Rio, del 2016. "L'idea - spiega Alessandro Martello - è nata da una lunga amicizia con Cassera. Siamo riusciti a portare questa importante manifestazione nel capoluogo e ne siamo orgogliosi. Non sveliamo troppo su chi ci sarà in squadra per questione di tattica, ma ci sarà molto da vedere". Vera chicca della giornata sarà il pre partita. Dalle 15 alle 19, infatti, si sfideranno i migliori pugili siciliani come sottoclou. Non potrà esserci, a causa di un infortunio, il palermitano Benny Cannata – pugile medio-massimo palermitano. Ci saranno, invece, i migliori atleti provenienti da Siracusa e Catania e il pugile professionista della Palestra Popolare Palermo, Giancarlo Bentivegna.

"Una manifestazione di particolare rilievo - commenta Orlando - vista anche la presenza di Cammarelle, e un modo, tra l'altro, per utilizzare gli spazi della Fiera del Mediterraneo". "Una data ancora più significativa visto che i migliori - aggiunge Lapiana - andranno alle olimpiadi". "Sarà dura come singoli, ma - conclude Cammarelle - come squadra mi auguro che riusciremo a superare i play off. La Federazione ha messo in campo i migliori atleti per regalare loro il sogno olimpico. L'Italia è candidata a fare grandi cose". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiali di boxe, a Palermo la sfida tra Italia Thunder e Portorico

PalermoToday è in caricamento