A Valdesi una palizzata "oscura" il mare, scatta la polemica... ma si tratta di un collaudo

L'Esercito, concessionario di una porzione di spiaggia, sta provando la struttura del nuovo stabilimento balneare. Capitaneria di porto e Comune: "Tutto in regola". Sul web però monta l'indignazione dei cittadini. Il lido verrà smontato e rimontato d'estate

Il lido dell'esercito in via di collaudo sulla spiaggia di Vadesi

Una palizzata che toglie la visuale sul mare. L'impatto è stato definito da molti cittadini "un pugno nell'occhio", eppure la barriera piazzata sulla spiaggia di Valdesi a protezione del lido dell'Esercito è "in regola con concessioni e parametri di legge". E' quanto confermano sia la Capitaneria di porto che il Comune: "Si tratta del collaudo di uno stabilimento che nel corso dell'estate andrà a sostituire una struttura precedentemente installata. Per questo motivo sono in corso i lavori di montaggio temporaneo".

L'Esercito, che ha in concessione per tutto l'anno una porzione di spiaggia a Valdesi, ha dato comunicazione dei lavori a tutte le autorità competenti: non solo alla Capitaneria di porto, ma anche alla soprintendenza dei Beni Culturali ed Ambientali, all'assessorato Mari e Coste del Comune, al Demanio marittimo regionale. 

Dopo il collaudo la struttura sarà smontata, per poi essere rimontata durante la stagione balneare. Poco importa, però, ai tanti internauti che sui social parlano di "oscenità" o di "grande schifezza", come Massimo Castagna sulla pagina Insieme per Mondello. "E' una follia - aggiunge - Germana Maria Basile - torniamo indietro di 30 anni!". Il punto è che d'inverno, con la spiaggia deserta, la struttura spicca; mentre d'estate l'impatto è attenutato dalla presenza degli altri lidi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per fugare le preoccupazioni dei cittadini in vista della prossima stagione estiva, il vicesindaco Fabio Giambrone e l'assessore al Mare e alla Costa Maria Prestigiacomo hanno chiesto che "tutte le autorità competenti verifichino e vigilino sulla effettiva rispondenza della struttura con le caratteristiche paesaggistiche di Mondello e con il diritto alla fruizione della spiaggia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento