Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Mare di Mondello inquinato, l'Amap "scagiona" il Ferro di cavallo: "Malfunzionamento inverosimile"

Proseguono i controlli per capire cosa abbia portato alla rilevazione di batteri fecali nell'acqua. Dalla municipalizzata escludono l'ipotesi di un guasto. Diventa sempre più plausibile che qualcuno abbia smaltito liquami in modo illecito

Prende sempre più piede l'ipotesi che l'inquinamento registrato nel mare di Mondello nei giorni scorsi - dove era stata rilevata la presenza di batteri fecali - sia da attribuire all'incivilità di qualche singolo e non a un malfunzionamento del cosiddetto "Ferro di cavallo". La conferma arriva dall'Amap che definisce il guasto "inverosimile se non impossibile"

Questo perché, precisa l'azienda in una nota, "i prelievi eseguiti dalla Asp hanno evidenziato un maggiore inquinamento nella zona sud-orientale del golfo stesso. E’ noto infatti, che in quell’area lo sbocco a mare del canale, posizionato in testa al molo del circolo Lauri  è, ormai da decenni, ostruito da sedimenti ai limiti della sostanziale tombazione, ovvero totale ostruzione dello stesso canale. L’unico sbocco a mare attivo del 'Ferro di Cavallo', regolamentato da una paratia attualmente chiusa, si trova esattamente all’estremo opposto del golfo, in corrispondenza degli uffici della Capitaneria di Porto all’inizio di via Piano Gallo, zona che dai rilievi Asp è risultata non essere in alcun modo interessata dall’inquinamento della scorsa settimana e che in occasione della data dell’evento è stata specificatamente controllata dai nostri operatori confermando il regolare funzionamento della paratoia di chiusura che è stata oggetto nella scorsa primavera di uno specifico intervento manutentorio operato da Amap su specifica ordinanza emessa dal Commissario straordinario nominato".

L'Amap ricorda poi che "proprio la disostruzione del canale è oggetto di un programmato intervento da parte del commissario regionale contro il dissesto idrogeologico che ha di recente appaltato gli studi di caratterizzazione dei detriti che ne impediscono il deflusso".

Già nei giorni scorsi il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore all'Igiene Toni Sala avevano parlato di "un episodio isolato di inciviltà". Gli ulteriori accertamenti sembrano confermare questa ipotesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare di Mondello inquinato, l'Amap "scagiona" il Ferro di cavallo: "Malfunzionamento inverosimile"

PalermoToday è in caricamento