Cronaca Ciaculli

Molotov contro casolare a Ciaculli, chiesto il giudizio immediato

I fatti risalgono a ottobre. Benedetto Fici e Antonino Faraone, di 77 e 78 anni, sono accusati di avere lanciato due bottiglie incendiarie contro una coppia di fidanzati

Il pm Piero Padova ha chiesto il giudizio immediato per Benedetto Fici e Antonino Faraone, i due anziani di 77 e 78 anni in carcere con l'accusa di avere lanciato due bombe molotov contro una coppia di fidanzati in un casolare in via Tenaglia, a Ciaculli.

I fatti risalgono alla mattina del 10 ottobre scorso. Nel casolare c'erano Umberto Geraci, 22 anni, e la fidanzata Ernesta Jessica Modica, 23 anni, rimasti gravemente ustionati. Geraci aveva da qualche mese occupato con una tenda (senza luce né acqua) l'edificio. Una presenza "sgradita" agli anziani, che avrebbero così deciso di sbarazzarsene lanciando due bottiglie incediarie piene di benzina e pezzi di ferro.

A fare il nome dei due aggressori sono state le vittime, salve per miracolo, e alcuni testimoni. Un riscontro ai racconti è venuto dall'analisi dei tabulati del satellitare installato dall'assicurazione dell'auto su cui i due viaggiavano, che ha segnalato la presenza nella zona dell'aggressione per due volte, l'ultima proprio nell'orario in cui si è udito il boato. “Ero lì quella mattina - si è difeso Fici - perché volevo raccogliere i mandarini nel mio terreno, ma non c’entro nulla con quell’attentato”. Sull'istanza del pm dovrà pronunciarsi il gip.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molotov contro casolare a Ciaculli, chiesto il giudizio immediato

PalermoToday è in caricamento