rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Molestò ragazzina vicino alla scuola: assolto

Una giovane era stata palpeggiata alla stazione San Lorenzo. Al posto di finire in carcere un uomo di 48 anni se la cava con due anni di ospedale. Una storia chiusa con l'assoluzione per non imputabilità. Il motivo: soffre di disturbo schizofrenico

Molesta una ragazza vicino a una scuola ma viene assolto. E al posto di finire in carcere viene mandato in psichiatria. La vicenda risale al 2011 e riguarda F.V., un uomo di 48 anni. Una storia chiusa con l'assoluzione per non imputabilità. Sì, perché il protagonista è stato ritenuto sofferente di una malattia mentale  e per questo è stato consegnato ai medici di un ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto.

A raccontare la vicenda è il Giornale di Sicilia. L'uomo si era avvicinato a una ragazzina seduta su una panchina, nei pressi della stazione ferroviaria di San Lorenzo, che era sola in attesa del treno. Poi aveva iniziato a toccare la giovane nelle parti intime. Immediata la reazione. Ne seguirono urla e spintoni, con la ribellione della ragazza che riuscì a scappare e chiedere aiuto. L'uomo, sempre davanti alla vittima, iniziò a toccare le propie parti intime.

Nel processo erano contestate le pesanti accuse di violenza sessuale e atti osceni in luogo pubblico. Poi la perizia e la conclusione: l'uomo soffre di disturbo schizofrenico e al momento del fatto era incapace di intendere e di volere. Per questo il gup ha deciso di mandarlo per due anni in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestò ragazzina vicino alla scuola: assolto

PalermoToday è in caricamento