Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Incassa 11 mila euro per mobili mai consegnati: condannato dopo aver truffato i Lanza di Scalea

Arredamento sul Canal Grande, a Venezia: a finire nei guai è stato un bellunese, con l'accusa di truffa aggravata per il danno patrimoniale rilevante

Due bonifici: uno da 7 mila euro e l'altro da 4 mila per consegnare dei mobili che non sono mai arrivati. Così un bellunese aveva tentato di truffare i palermitani Dorotea e Francesco Fabbris Lanza di Scalea, proprietari di un appartamento in zona Ca' d'Oro, a Venezia, in uno dei più importanti e noti palazzi sul Canal Grande. Ma il raggiro è stato smascherato. E adesso un bellunese di 57 anni, Luca Pezzola, è stato condannato per truffa (con l’aggravante del danno patrimoniale) a un anno e mezzo di reclusione più 400 euro di multa.

I fatti risalgono al dicembre 2013 (il processo si è concluso venerdì). Il bellunese l'aveva studiata proprio bene, tanto da fare cadere nella trappola i due nobili palermitani, due persone non certo sprovvedute. Li aveva conosciuti grazie a Massimo Maccatrozzo, titolare di un'agenzia immobiliare veneziana che gestiva l'immobile. Pezzolla si è presentato ai Lanza di Scalea e aveva concordato una fornitura per un prezzo complessivo di 17 mila euro per un arredamento sul Canal Grande. Alla fine avrebbe incassato più di 11 mila euro, senza mai consegnare il mobilio alla nobile coppia palermitana.

L’operazione infatti prevedeva inizialmente il versamento di un maxi acconto (11 mila euro, appunto). Poi nel giro di una ventina di giorni il mobili sarebbe arrivato a destinazione. I Lanza di Scalea hanno fatto due bonifici bancari in un istituto bellunese, uno da 7 mila e uno da 4 mila, aspettando fiduciosi l'arredamento. Mobili che in realtà non sono stati mai consegnati.

Così dopo qualche mese la coppia palermitana si è rivolta ai carabinieri per presentare denuncia. All’indagato è stata contestata dal pubblico ministero "anche l’aggravante per il danno patrimoniale di rilevante gravità". Il giudice ha ritenuto l’imputato colpevole, condannandolo a diciotto mesi e 400 euro di multa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassa 11 mila euro per mobili mai consegnati: condannato dopo aver truffato i Lanza di Scalea

PalermoToday è in caricamento