Strage di Ustica, corte d'Appello conferma: "DC 9 fu abbattuto da un missile"

La prima sezione civile di Palermo ha confermato la sentenza del Tribunale civile e ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti al risarcimento dei danni in favore di 13 delle 81 vittime

I resti del DC-9

Nessuna bomba a bordo, e neanche cedimento strutturale. Il DC9, caduto nei mari di Ustica, è stato abbattuto. La prima sezione civile della Corte d'Appello di Palermo ha confermato la sentenza del Tribunale civile e ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti al risarcimento dei danni a favore di 13 delle 81 vittime. Per i giudici "il missile è stato lanciato da un altro aereo che intersecò la rotta del volo Itavia, in una sorta di scenario di guerra" (GUARDA IL SERVIZIO).

I magistrati hanno dunque ribadito le tesi del primo grado e non hanno invece accolto quelle dell'Avvocatura dello Stato. L'aereo dell'Itavia, diretto da Bologna a Palermo, finì nelle acque del Tirreno meridionale il 27 giugno del 1980. "E' la conferma che si tratta di sentenze giuste - pesanti, ma doverose - e che quindi lo Stato, in quanto responsabile, nonostante i maldestri tentativi di qualcuno, deve risarcire i familiari delle vittime del disastro di Ustica".

Lo ha affermato il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, esprimendo soddisfazione per la decisione della prima sezione civile della Corte d'appello di Palermo, che ha rigettato i ricorsi presentati dall'Avvocatura dello Stato contro le quattro sentenze emesse nel 2011 dal tribunale del capoluogo siciliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Paura Coronavirus a Partinico, studentessa arrivata da Shanghai: "Trattata come una minaccia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento