Miss trans Europa 2015, vince la palermitana Alessandra Barone

Si è aggiudicata la fascia e la corona come prima classificata. Ha trent'anni, è nata alla Vucciria e cresciuta alla Marinella. Ha cominciato come parrucchiera per poi lavorare come fotomodella. Poi cita Martin Luther King: "Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l'arte di vivere come fratelli".

Il momento della premiazione - foto inviata da Alessandra Barone

E’ una trentenne palermitana la nuova “Miss trans Europa 2015”. Si chiama Alessandra Barone, nata nel quartiere popolare della Vucciria e cresciuta alla Marinella. All’ultima edizione che si è svolta a Napoli, si è aggiudicata la fascia tanto desiderata dalle partecipanti al concorso di bellezza organizzato da Stefania Zambrano, insieme a Stefania La Gatta e Ciro Muoio. “Sono molto emozionata - spiega la vincitrice - non mi aspettavo questa vittoria. Per me questo è un passo avanti per il mondo Lgbt e non ci fermeremo mica qui”.

Ha cominciato a lavorare come parrucchiera, coltivando la sua grande passione per le cure estetiche, per lanciarsi nel mondo della moda come fotomodella. Il suo passaggio è avvenuto nel 2009 e, come spesso accade, non è stato visto di buon occhio dalla famiglia né tantomeno nel suo quartiere. Ma il pessimismo sembrerebbe non aver mai fatto parte della sua vita. "E' bastato poco - spiega ancora Alessandra - per farsi conoscere, accettare e amare, dai miei familiari e dai conoscenti. Il mio sogno è quello di aiutare chi, come me, ha bisogno di aiuto e parlo del mondo Lgbt. Mi piacerebbe fondare - racconta Alessandra - un’associazione per tutelare tutte noi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alessandra Barone è la vincitrice tra diciassette aspiranti reginette che hanno partecipato alla terza edizione del concorso, attraverso il voto di una giuria tecnica e del pubblico. Il tema affrontato per questa edizione era il disagio delle transgender detenute e ricoverate che troppo spesso sono vittime di discriminazione: “Siamo tutte uguali - ha spiegato Stefania Zambrano - e vogliamo avere gli stessi diritti, non ritrovandoci ad andare nel bagno degli uomini perché siamo trans”. Per chiudere Alessandra cita Martin Luther King: “Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento