Miss trans Europa 2015, vince la palermitana Alessandra Barone

Si è aggiudicata la fascia e la corona come prima classificata. Ha trent'anni, è nata alla Vucciria e cresciuta alla Marinella. Ha cominciato come parrucchiera per poi lavorare come fotomodella. Poi cita Martin Luther King: "Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l'arte di vivere come fratelli".

Il momento della premiazione - foto inviata da Alessandra Barone

E’ una trentenne palermitana la nuova “Miss trans Europa 2015”. Si chiama Alessandra Barone, nata nel quartiere popolare della Vucciria e cresciuta alla Marinella. All’ultima edizione che si è svolta a Napoli, si è aggiudicata la fascia tanto desiderata dalle partecipanti al concorso di bellezza organizzato da Stefania Zambrano, insieme a Stefania La Gatta e Ciro Muoio. “Sono molto emozionata - spiega la vincitrice - non mi aspettavo questa vittoria. Per me questo è un passo avanti per il mondo Lgbt e non ci fermeremo mica qui”.

Ha cominciato a lavorare come parrucchiera, coltivando la sua grande passione per le cure estetiche, per lanciarsi nel mondo della moda come fotomodella. Il suo passaggio è avvenuto nel 2009 e, come spesso accade, non è stato visto di buon occhio dalla famiglia né tantomeno nel suo quartiere. Ma il pessimismo sembrerebbe non aver mai fatto parte della sua vita. "E' bastato poco - spiega ancora Alessandra - per farsi conoscere, accettare e amare, dai miei familiari e dai conoscenti. Il mio sogno è quello di aiutare chi, come me, ha bisogno di aiuto e parlo del mondo Lgbt. Mi piacerebbe fondare - racconta Alessandra - un’associazione per tutelare tutte noi”.

Alessandra Barone è la vincitrice tra diciassette aspiranti reginette che hanno partecipato alla terza edizione del concorso, attraverso il voto di una giuria tecnica e del pubblico. Il tema affrontato per questa edizione era il disagio delle transgender detenute e ricoverate che troppo spesso sono vittime di discriminazione: “Siamo tutte uguali - ha spiegato Stefania Zambrano - e vogliamo avere gli stessi diritti, non ritrovandoci ad andare nel bagno degli uomini perché siamo trans”. Per chiudere Alessandra cita Martin Luther King: “Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento