menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacciano e picchiano invalido per estorcergli la pensione, tre arresti

In manette due uomini e una donna. Ogni primo del mese, giorno di riscossione del sussidio, gli aguzzini attendevano la vittima all'esterno dell'ufficio postale di Termini. Le vessazioni sono andate avanti per circa due anni, fino all'intervento dei carabinieri

Picchiato, umiliato e costretto con le minacce a consegnare la sua pensione di invalidità. Questo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della compagnia di Misilmeri, quello che era costretto a subire un uomo invalido civile. I militari ieri, all’uscita delle Poste di Termini Imerese, hanno arrestato tre persone accusate di essere i suoi aguzzini. Si tratta del 27enne Giuseppe Burrafato, del 41enne Massimiliano Fricano e della 26enne Maria Burrafato, tutti di Termini Imerese. Devono rispondere di estorsione.

Stanco dei continui soprusi la vittima, un uomo che percepiva una pensione di invalidità, si è rivolto ai carabinieri per uscire dall’incubo in cui era sprofondato ormai da due anni. “Le minacce si erano fatte sempre più insistenti. L’appuntamento - ricostruiscono dal Comando provinciale - era fisso e ogni primo giorno del mese di consegna delle pensioni gli aguzzini si facevano trovare davanti all’ufficio postale”.

Questa volta ad attendere i tre fuori dalla filiale di via Bevuto c’erano i carabinieri che li hanno arrestati dopo aver “assistito alle minacce di morte rivoltegli qualora il pensionato non avesse consegnato quanto dovuto”. Dopo le formalità di rito i due uomini sono stati portati al carcere Cavallacci  mentre la donna è stata rinchiusa al Pagliarelli come disposto dal pm della Procura di Termini che indaga sull’episodio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento