Misilmeri, al via la prima edizione del “Premio letterario Mimì Marchese all’opera prima”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si svolgerà alle 17 nell’Aula Consiliare "Rocco Chinnici" di Misilmeri, domenica 23 aprile 2017, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, la prima edizione del “Premio Letterario Mimì Marchese all’opera prima”. Il premio letterario è promosso dal Comune di Misilmeri per ricordare un’intellettuale locale. Nata a Misilmeri il 21 aprile 1917, Mimì Marchese ha vissuto di cultura e di impegno sociale. E’ stata educatrice, scrittrice, poetessa, saggista. Fortemente impegnata in politica – è stata la prima donna a ricoprire la carica di consigliere comunale in paese -, ha pagato sulla propria pelle la rivendicazione della propria identità sessuale.

Il premio intende rispondere all’esigenza di rivitalizzare la cultura dello scrivere e del comporre esercitando un’azione dal “basso” volta a coinvolgere il maggior numero di cittadini. Un apposito regolamento, approvato dalla Giunta comunale, struttura il premio in due sezioni: la prima è quella relativa ad un’opera prima edita nell’anno precedente all’emanazione del bando, la seconda ad una poesia o un elaborato scritti da uno degli studenti della locale scuola secondaria di I grado. La trasparenza delle scelte sarà garantita da una giuria tecnica appositamente istituita, costituita dal sindaco o da un assessore delegato, da un editor, da un librario, da un giornalista, da un insegnante responsabile del servizio biblioteca all’interno della scuola media locale e da una figura di alto profilo culturale che svolgerà la funzione di presidente.

Il "Premio Letterario Mimì Marchese all'opera prima", diventerà per Misilmeri un appuntamento fisso a cadenza annuale. Il programma della manifestazione di domenica 23 aprile prevede un seminario con interventi di: Nicola Grato, docente materie letterarie, saggista, che introdurrà ‘Le poesie di Mimì Marchese’; Santo Lombino, docente di filosofia, storico e saggista, su ‘Riflessioni su “Cristianesimo e cattolicesimo nell’età contemporanea. L’altra campana”’; Valerio Bonanno, che restituirà una testimonianza sulla figura di Mimì Marchese. Prevista la lettura di alcuni elaborati a cura degli studenti della scuola media statale ‘Cosmo Guastella’, impegnati in un progetto extracurriculare sul tema della parità di genere, e la lettura di alcune poesie di Mimì Marchese. A declamarle sarà Fabiola Aleppi. Introdurrà i lavori Elisabetta Ferraro, assessore alla Cultura del Comune di Misilmeri. Modera Antonella Folgheretti, giornalista. A conclusione della manifestazione sarà premiato lo scrittore Angelo Aliquò autore del romanzo dal titolo ‘Carta, forbice e pietra. Breve storia di passione, ragione e forza’ edizione Kimerik.

Torna su
PalermoToday è in caricamento