Rifiuti abbandonati: a Misilmeri, Borgetto e Marineo raccolti mille pneumatici fuori uso

In occasione dell'iniziativa "Puliamo il Mondo", un gruppo di volontari in collaborazione con le amministrazioni comunali ha recuperato gli pneumatici dispersi nell'ambiente. EcoTyre si occuperà adesso di riciclarli

Alcuni degli pneumatici raccolti

Circa mille pneumatici dispersi nell'ambiente sono stati recuperati nei Comuni di Misilmeri, Borgetto e Marineo (rispettivamente 600, 200 e 150) in occasione di "Puliamo il Mondo 2020", iniziativa promossa da Legambiente ed EcoTyre (Consorzio specializzato nell'avvio al corretto recupero dei pneumatici fuori uso).

I pneumatici fuori uso raccolti, senza alcun costo per le amministrazioni comunali, sono stati caricati su un mezzo di EcoTyre per essere condotti all'impianto di trattamento ed essere riciclati. Questi rifiuti rappresentano una vera e propria risorsa perché possono essere recuperati al 100%: grazie al progetto di EcoTyre "Da Gomma a Gomma" è ora possibile riutilizzare il granulo da pneumatici fuori uso per la produzione di nuovi pneumatici e altri materiali in gomma. Il prossimo obiettivo del Consorzio è aumentare le percentuali di utilizzo del granulo all'interno di pneumatici. 

La collaborazione con Puliamo il Mondo ricade all'interno di Pfu Zero, il progetto patrocinato dal ministero dell'Ambiente con l'obiettivo di creare e avere a disposizione una mappatura di depositi abbandonati di pneumatici fuori uso segnalati da enti locali, associazioni e cittadini. E' possibile segnalare i pneumatici abbandonati collegandosi al sito internet dedicato (www.pfuzero.ecotyre.it): EcoTyre valuta ogni segnalazione, coordinandosi con gli enti locali per gli interventi di raccolta.

"Confermiamo anche per il 2020 - commenta Enrico Ambrogio, presidente di EcoTyre - la partnership con Legambiente e il nostro sostegno a Puliamo il Mondo. In questi nove anni di collaborazione, abbiamo raccolto oltre 190 mila chili di Pfu in più di 85 interventi, alcuni posizionati in luoghi difficili da raggiungere, pensiamo alla dorsale carsica profonda più di 100 metri o a sentieri in cui sono stati utilizzati gli asini perché il passaggio di qualsiasi mezzo di trasporto era impossibile. Crediamo molto in queste iniziative perché rispettiamo il nostro pianeta e perché ci permettono di incontrare tante persone, volontari, cittadini, bambini, con cui dialogare e spiegare loro vis-à-vis quanto possiamo fare per l'ambiente rispettando la filiera di recupero dei Pfu. Non smetteremo mai di ribadirlo: i Pfu possono essere gestiti in modo sostenibile attraverso il lavoro di consorzi come il nostro che garantiscono il ritiro gratuito a gommisti e officine che si occupano del cambio gomme; quindi non esiste nessun motivo di abbandonarli nell'ambiente".

"E' il terzo anno che il Comune di Misilmeri partecipa a Puliamo il Mondo - fa sapere l'ufficio Tecnico Area 5 Lavori pubblici e manutenzioni del Comune di Misilmeri - l'iniziativa è stata fortemente voluta per tre ragioni: ambientale in quanto le aree pubbliche e i marciapiedi sono stati ripuliti raccogliendo gli pneumatici presenti sul territorio; sociale perché l'iniziativa ha mobilitato e tenuto uniti tutti i cittadini locali, in particolar modo i più giovani; infine economica dato che la raccolta dei Pfu è stata a costo zero, quindi con un risparmio per l'amministrazione pubblica". 

A Puliamo il Mondo ha preso parte oltreché il personale amministrativo ed operativo del suddetto Ufficio Tecnico e del Coinres-Ato PA4 anche amministratori Locali, cittadini volontari e 55 alunni e 5 docenti della scuola media Cosmo Guastella. "E' inoltre importante evidenziare - sottolinea il Comune - che il quantitativo dei PFU raccolti ha contribuito ad incrementare ulteriormente la percentuale di Raccolta Differenziata raggiunta dal Comune di Misilmeri che in atto supera mensilmente l'80% e la sensibilizzazione dei cittadini nei riguardi dei problemi legati all'ambiente. Un'iniziativa, questa, che ha fatto bene a tutto il Paese e non mancheremo di parteciparvi nuovamente".

"Siamo molto orgogliosi del risultato raggiunto - dichiara l'Ufficio Tecnico Area 3 del Comune di Borgetto - sia per il numero di Pfu raccolti, sia per la partecipazione della cittadinanza che è intervenuta per la salvaguardia e la tutela del nostro territorio. Ringraziamo il Consorzio EcoTyre per il lavoro che svolge e Legambiente per questa storica iniziativa, Puliamo il Mondo". "L'amministrazione comunale di Marineo - conclude il sindaco Franco Ribaudo - ha da subito aderito alla campagna 'Puliamo il Mondo', ottenendo grandi risultati di natura ambientale, economica e soprattutto educativa verso le nuove generazioni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento