Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Contatore manomesso e luce "gratis" per la loro sala ricevimenti, arrestati due fratelli

I carabinieri di Misilmeri hanno accertato che avevano sostituito la scheda interna con una clonata. In questo modo erano riusciti a ridurre i consumi di Villa Ciglietti del 70%

Avevano escogitato un metodo per fare risultare i consumi di energia elettrica della loro sala ricevimenti inferiori a quelli reali, risparmiando così migliaia di euro sulle bollette che venivano recapitate a Villa Ciglietti che si trova sulla strada provinciale 77, nel territorio di Bolognetta. Due fratelli di Misilmeri sono stati arrestati dai carabinieri per furto aggravato in concorso.

I due uomini hanno 30 e 27 anni e sono rispettivamente gestore e proprietario della struttura. "Avevano manomesso - spiegano i carabinieri - il contatore originario dell’impianto elettrico sostituendo la scheda interna e installandone all’interno del guscio di plastica una clonata. Il contatore manomesso veniva infine collegato alla scheda originale nascosta all’interno di un ripostiglio in modo tale da far comparire sul display del contatore manomesso, lo stesso codice cliente e riducendo al contempo il consumo dell’energia elettrica del 70%".

Il danno economico riferito all’ultimo periodo è stato stimato in circa 20.000 euro. Uno dei due fratelli ha adesso l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tre volte la settimana, mentre l'altro è stato rimesso in libertà, in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contatore manomesso e luce "gratis" per la loro sala ricevimenti, arrestati due fratelli

PalermoToday è in caricamento