rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Misilmeri

Misilmeri, tentano di rubare cavi elettrici ma vengono traditi dallo smartphone: due arresti

I due alla vista della polizia sono fuggiti, ma hanno perso un telefono cellulare. Quando sono tornati indietro per recuperarlo, sono scattate le manette

Si erano introdotti in un immobile dove c'è un ripetitore telefonico e stavano portando via dei cavi quando la polizia li ha sorpresi costringendoli a scappare. Uno di loro ha però perso il telefono cellulare e quando sono tornati indietro per riprenderlo sono stati arrestati. È accaduto a Misilmeri, dove gli agenti hanno arrestato Michele Di Maggio, 32 anni di Casteldaccia e Carmelo Nasta, 46 anni di Bagheria. 

Nella motoape usata per la fuga, i poliziotti hanno trovato attrezzi atti allo scasso tra cui delle tronchesi, un punteruolo artefatto, una cesoia per lisolamento elettrico e altro materiale utile a prelevare cavi elettrici. Adesso Di Maggio e Nasta devono rispondere di tentato furto aggravato in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misilmeri, tentano di rubare cavi elettrici ma vengono traditi dallo smartphone: due arresti

PalermoToday è in caricamento