menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabbrica bottiglia molotov, la lancia contro i vicini e poi si barrica in casa: arrestato

I carabinieri, allertati dagli stessi vicini, hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 66enne di Misilmeri. E' stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, autorizzati dalla Procura, per riuscire a entrare nell'abitazione dell'uomo e perquisirla

Fabbricazione di esplosivi e armi da guerra e resistenza a pubblico ufficiale. E' l'accusa mossa a un pensionato di 66 anni, già noto alle forze di polizia, arrestato dai carabinieri delle Stazioni di Misilmeri e Belmonte Mezzagno.

I militari sono intervenuti su segnalazione al 112 da parte di una coppia di vicini di casa dell’uomo, allarmati da una bottiglia di liquido infiammabile lanciata verso il loro balcone che, fortunatamente, non aveva causato un rogo. Fortemente insospettiti, i carabinieri hanno tentato di accedere all’abitazione del 66enne per procedere a un’immediata perquisizione, ma non solo non hanno ricevuto risposta, hanno anche trovato le porte di accesso sbarrate. Il successivo intervento dei vigili del fuoco di Palermo, dietro autorizzazione della Procura di Termini Imerese, ha permesso ai militari di perquisire la casa dell’anziano, che fino alla fine ha tentato di impedire l’apertura delle porte. All’interno è stato rinvenuto materiale utile alla fabbricazione di bombe molotov, immediatamente repertato e sequestrato.

L'uomo su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato tradotto alla casa circondariale di Termini Imerese in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento