rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Feudo confiscato alla mafia, ennesima intimidazione a Liarda

Il sindacalista che si è occupato della riutilizzazione del terreno sequestrato a Cosa nostra ha trovato due ruote dell'auto tagliate e un biglietto di minacce infilzato nella lama: si tratta del diciottesimo "avvertimento"

“Nella notte ancora l'ennesimo atto intimidatorio, il 18esimo, ai danni del sindacalista della Flai Cgil, Vincenzo Liarda, da sempre impegnato nel sociale e oggetto da tempo di minacce di stampo mafioso a seguito della sua attività a favore del riutilizzo del feudo Verbumcaudo (Polizzi Generosa), confiscato alla mafia”. Lo denuncia la Flai Cgil nazionale in una nota. Qualcuno ha tagliato due pneumatici dell'auto del sindacalista, lasciando un coltello conficcato in una delle gomme.

"Si tratta della diciottesima intimidazione nei confronti di Liarda, con una escalation non più tollerabile. A Vincenzo - dice la nota - va tutta la solidarietà e vicinanza della Flai Cgil. Siamo convinti, che pur in un momento così difficile, il suo impegno per la legalità e contro le mafie non verrà meno, così come il sostegno del sindacato nelle battaglie contro la criminalità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feudo confiscato alla mafia, ennesima intimidazione a Liarda

PalermoToday è in caricamento