rotate-mobile
Cronaca

Militare rimase ferito in un'esercitazione, il tribunale gli riconosce un risarcimento di 300 mila euro

La sentenza del tribunale del Lavoro ha equiparato lo status del sergente dell'esercito a quello di vittima del dovere. L'uomo aveva riportato anche un handicap permanente in seguito all'esplosione di un ordigno, a gennaio del 1997. L'anno scorso aveva deciso di presentare un ricorso ai giudici

Un'esercitazione militare che per poco non si era trasformata in una tragedia. Un sergente dell'esercito, però, rimase comunque gravemente ferito e con un handicap permanente. Adesso il tribunale del Lavoro ha deciso di equiparare lo status dell'uomo a quello di vittima del dovere e anche di riconoscergli un risarcimento, per quei danni patiti, di 300 mila euro, oltre ai benefici previsti dalla legge, come l'esenzione dalle spese sanitarie e l'assistenza psicologica. 

L'incidente avvenne la notte del 21 gennaio del 1997, ma il ricorso al tribunale risale all'anno scorso. L'addestramento prevedeva un'irruzione in un casolare abbandonato con il successivo ripiegamento. Come risulterebbe dagli atti, non avrebbero dovuto essere utilizzate munizioni e quindi non sarebbe stata previsto neppure un supporto sanitario. Il plotone guidato dal sergente si accorse però della presenza di un ordigno e uno dei militare lo urtò involontariamente facendolo esplodere al momento dell'uscita. Le schegge colpirono il sergente all'occhio sinistro e il boato gli provocò anche un trauma acustico. Riuscì tuttavia a portare a termine la missione e a salvaguardare la salute dei suoi sottoposti. 

Per diverso tempo il militare aveva cercato di ottenere un risarcimento, ma soltanto con il ricorso al tribunale è riuscito ora ad ottenerelo. Nella causa è stato assistito dagli avvocati Francesco Leone, Simona Fell e Raimondo Riolo. Il giudice nella sentenza ha poi sancito che il diritto riconosciuto al militare, ovvero lo status di vittima del dovere "non si estingue per prescrizione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Militare rimase ferito in un'esercitazione, il tribunale gli riconosce un risarcimento di 300 mila euro

PalermoToday è in caricamento