rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà

Vestiti, scarpe e oggetti sulla scalinata Massimo per commemorare i migranti morti in mare

L'appuntamento con l'installazione d'arte temporanea è previsto domenica, alle 10.30, davanti al teatro. Gli organizzatori: "Mentre continua la strage silenziosa nel Mediterraneo, a Palermo l’accoglienza e la lotta per l’affermazione dei diritti umani e civili si fanno carne viva"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Mentre continua la strage silenziosa nel Mediterraneo, dove ormai non si contano più i naufragi di migranti, a Palermo l’accoglienza e la lotta per l’affermazione dei diritti umani e civili si fanno carne viva": domenica 12 marzo, alle 10.30, sulla scalinata del Teatro Massimo, in piazza Verdi, si terrà una giornata di commemorazione delle vittime del naufragio di Cutro e di tutte le vittime delle migrazioni.  

"L’incontro intende creare un momento di comunione e preghiera per il diritto alla vita, all’inclusione sociale e all’accoglienza per tutti coloro i quali sono costretti a subire violazioni dei diritti umani nella propria terra natia. Sui gradini del teatro i partecipanti stenderanno insieme indumenti, scarpe e oggetti per la creazione di un’installazione d’arte temporanea che commemori le vittime delle tragedie in mare", si legge in una nota degli organizzatori.

La performance è coordinata dal regista palermitano Alessandro Ienzi, fondatore e direttore della compagnia teatrale Raizes Teatro, che con l’associazione L’Alloro Fest organizza l’evento, al quale aderiscono Legacoop e la Cgil Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vestiti, scarpe e oggetti sulla scalinata Massimo per commemorare i migranti morti in mare

PalermoToday è in caricamento