rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Mezzomonreale-Villa Tasca

Rapina in villa a Mezzomonreale, arrestato il presunto basista

Si tratta di pregiudicato di 26 anni che sarebbe stato incastrato dai tabulati telefonici. Un palermitano e due romeni fecero irruzione in casa di un’anziana, la legarono e razziarono l’appartamento. Ma furono catturati subito dopo il colpo

Un pluripregiudicato di 26 anni, Daniele Cassarà, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di essere basista di una violenta rapina messa a segno lo scorso 28 agosto ai danni di una pensionata di 70 anni. Per quel colpo sono già finiti in carcere il palermitano Marcantonio Gnoffo, 30 anni, Dorin-Alin Staicu-Mosneanu, 21 anni, e Cionta Covaci, 30 anni, entrambi romeni. Gli agenti li fermarono subito dopo la rapina mentre cercavano di allontanarsi dalla villetta di Mezzomonreale appena rapinata.

Le indagini permisero di appurare come Goffo fosse rimasto in auto a far da palo ai due romeni, a cui fu affidata invece l'effettiva commissione della rapina ai danni della vedova. L'anziana, infatti, di pomeriggio fu sorpresa in casa dai malviventi incappucciati, che non esitarono a trascinarla in camera da letto e al legarla alla spalliera con alcuni indumenti. Dopo aver messo a soqquadro le stanze, sottratto monili, alcuni dei quali anche preziosi ricordi matrimoniali, bigotteria e fedi nuziali, i due stranieri si ricongiunsero con il terzo complice rimasto in attesa fuori dall'abitazione ed a bordo di una vettura fecero appena in tempo ad uscire dal cancello della villa quando vennero intercettati da due pattuglie.

A distanza di poco più di un mese i poliziotti hanno tratto in arresto Cassarà, ritenuto il ''basista'' della banda. Cassarà si sarebbe occupato di reclutare personalmente i due romeni, dando loro importanti indicazioni su orari e circostanze propizie al blitz. Secondo gli accordi, durante la rapina, Cassarà sarebbe rimasto in un luogo non distante dalla villetta presa d'assalto, pronto ad intervenire per ''scortare'' i complici in posto sicuro. A lui gli investigatori sono giunti grazie all'analisi del traffico telefonico dei tre rapinatori arrestati.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in villa a Mezzomonreale, arrestato il presunto basista

PalermoToday è in caricamento