Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Mezzomonreale-Villa Tasca

Escalation di rapine in casa: anziana legata e imbavagliata

E’ successo ieri pomeriggio in una villa a Mezzomonreale. Due malviventi incappucciati dopo aver “bloccato” la donna hanno fatto razzia di gioielli. La polizia li ha bloccati prima che fuggissero: arrestati due romeni e il basista palermitano

Prosegue l’escalation di furti in casa. Sempre ad opera di malviventi dall’est Eeuropa, stavolta però coadiuvati da un palermitano. La polizia ha arrestato Marcantonio Gnoffo di 30 anni, Dorin Alin Staicu Mosneanu di 21 e Cionta Covaci di 30 con l’accusa rapina aggravata in concorso.

Secondo gli investigatori sono loro i responsabili della rapina che ieri pomeriggio ha fatto trascorrere momenti di terrore ad un’anziana di 70 anni nella zona di Mezzomonreale. La donna, sola in villa, è stata svegliata da forti rumori provenienti dal corridoio di casa. Pensando di incontrare un familiare che avesse le chiavi di casa, la vittima è inconsapevolmente andata incontro a due rapinatori incappucciati.

Per l’anziana, già vittima negli ultimi anni di altri due episodi analoghi, è sembrato di rivivere un incubo. Con sfrontatezza, senza giri di parole, in un italiano stentato e con un accenno marcatamente dell’est Europa, i due malviventi hanno trascinato la vittima in camera da letto e l’hanno legata alla spalliera con alcuni indumenti.

Messi a soqquadro gli ambienti dell’abitazione, dopo aver sottratto monili, alcuni dei quali anche preziosi ricordi matrimoniali, bigiotteria e fedi nuziali, i due stranieri si sono ricongiunti con il terzo complice rimasto in attesa poco fuori dall’abitazione ed a bordo di una vettura hanno fatto appena in tempo ad uscire dal cancello della villa quando sono stati intercettati da due pattuglie di polizia. La zona di “mezzomonreale”, vista la presenza di numerose abitazioni, è spesso “battuta” dalla polizia. Per questo sono bastati tre minuti dalla chiamata alla centrale operativa per far sì che diverse pattuglie giungessero in zona.

I tre sono stati così bloccati sulla soglia del cancello ed a poco è valso che abbiano tentato di disfarsi del sacchetto contenente i monili sottratti, per altro recuperati e consegnati alla vittima. Gnoffo, pregiudicato abitante in zona, è risultato essere il “basista” della banda, mentre Staicu è risultato avere precedenti di polizia specifici. Quando i poliziotti hanno ammanettato i malviventi, dall’interno della villa hanno udito le richieste d’aiuto della vittima che, ancora parzialmente imbavagliata, si è presentata loro in uno stato di prostrazione fisica e psicologica. La donna, benché frastornata dagli eventi, non ha accusato malori ed ha rifiutato le cure di sanitari. Alla proprietaria sono stati riconsegnati i monili ed i tre sono stati tradotti presso la casa circondariale “Ucciardone” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escalation di rapine in casa: anziana legata e imbavagliata

PalermoToday è in caricamento