rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Aumento dei minimi salariali e indennità di trasferta per i metalmeccanici: via alla trattativa

Sono alcune dei punti cardine per il rinnovo del Contratto nazionale collettivo presentati nel corso dei lavori del consiglio generale della Fim Cisl Palermo Trapani, ai delegati delle aziende del territorio

Aumenti dell’8% sui minimi salariali, dell’elemento perequativo per chi non ha contratto aziendale, e la rivalutazione delle indennità di trasferta. Sono alcuni dei punti innovativi della piattaforma per il rinnovo del Contratto nazionale collettivo dei metalmeccanici presentata stamani a Palermo nel corso dei lavori del consiglio generale della Fim Cisl Palermo Trapani, ai delegati delle aziende del territorio alla presenza del segretario generale nazionale della Fim Cisl Marco Bentivogli, presente ai lavori insieme al segretario generale regionale Piero Nicastro e il segretario generale Fim Cisl Palermo Trapani Antonio Nobile. 

“Dopo tanti anni Fim Fiom e Uilm, presentano unitariamente la piattaforma per il rinnovo del contratto - hanno affermato i tre segretari Fim, Bentivogli, Nicastro e Nobile - che sarà il ‘contratto delle competenze’ con una richiesta forte sulla modifica dell’inquadramento, che preveda un aggiornamento e una vera e propria banca dati contenente sulle competenze acquisite dai lavoratori. Riteniamo che si debba arrivare a una vera e propria certificazione e bilancio delle competenze di ogni lavoratore per valorizzarne il ruolo in tutti i luoghi di lavoro”. Il testo prevede anche la conferma del welfare aziendale con Metasalute, Cometa e i flexible benefit con l’incremento a 250 euro annui (somme erogate ai lavoratori da spendere in servizio legati al welfare, buoni spesa etc…). 

“Stiamo lavorando - concludono i tre segretari - a un riordino del Contratto collettivo nazionale, con la previsione di finestre contrattuali che seguano e rispecchino le diverse peculiarità dei vari comparti del settore metalmeccanico, e di investimenti sulla formazione soggettiva. Sul piano delle relazioni sindacali chiediamo un coinvolgimento più forte dei lavoratori che devono usufruire di maggiori diritti di partecipazione”. Dal 30 settembre si darà il via alle assemblee unitarie nei luoghi di lavoro per l’approvazione della piattaforma da parte dei lavoratori. L’avvio della trattativa con gli industriali è prevista per il mese di ottobre.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento dei minimi salariali e indennità di trasferta per i metalmeccanici: via alla trattativa

PalermoToday è in caricamento