rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Messina-Palermo, treni al rallentatore: "Nibali in bici arriva prima"

G7 dei sindaci del Sud, lo sfogo del primo cittadino peloritano, Renato Accorinti: E’ inaccettabile, perché senza trasporti non possono esistere economia, industria, turismo"

Da Messina a Palermo, Nibali arriva prima del treno. E’ inaccettabile, perché senza trasporti non possono esistere economia, industria, turismo. E questa è una faccenda che riguarda non solo la Sicilia, ma tutto il meridione”. A parlare è il sindaco di Messina, Renato Accorinti, che definisce così la sua priorità per il rilancio del Mezzogiorno.

Nel corso della conferenza programmatica delle città metropolitane del Mezzogiorno, Accorinti pone l’accento sulla partecipazione, “che deve venire dal basso, ed è per questo che oggi abbiamo organizzato il nostro G7, il G7 dei sindaci del Sud che prendono nelle mani il loro destino e decidono di non lamentarsi ma essere protagonisti, con proposte concrete”.

“Oggi non potremo di certo esaurire tutte le questioni ancora aperte per il Sud, ma sui trasporti è necessaria la prima riflessione importante: in Sicilia il 30% dei mezzi va ancora a gasolio. Ne dobbiamo parlare”, conclude Accorinti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina-Palermo, treni al rallentatore: "Nibali in bici arriva prima"

PalermoToday è in caricamento