rotate-mobile
Cronaca

Aspettando la Pasqua, i carabinieri celebrano la messa alla Missione di Biagio Conte

Sono stati tanti i militari e i loro familiari a partecipare alla funzione religiosa accompagnata da un quintetto di ottoni della fanfara del 12° reggimento Sicilia 

Questa mattina, nella cappella della Missione Speranza e Carità di Biagio Conte, è stata celebrata la santa messa in vista della Pasqua, organizzata su iniziativa del comandante della legione carabinieri Sicilia, il generale Rosario Castello.

Alla liturgia, celebrata dal cappellano militare del comando legione carabinieri Sicilia, don Salvatore Falzone, insieme a Don Pino Vitrano, “anima” della missione Speranza e Carità, hanno presenziato le rappresentanze di militari della legione carabinieri Sicilia, del comando provinciale di Palermo, del 12° reggimento carabinieri Sicilia, nonché l’associazione nazionale carabinieri e gli orfani e familiari dei caduti dell’Arma.

Sono stati in tanti i carabinieri che, con i familiari, hanno partecipato con emozione alla funzione religiosa accompagnata da un quintetto di ottoni della fanfara del 12° reggimento Sicilia che si è esibita unitamente alle voci del coro “Fidelis” composto dai soci della sezione A.N.C. Palermo.

Al termine della celebrazione, il comandante della legione ha preso la parola ringraziando e sottolineando l’intensità del momento perché vissuto nel solco dell’insegnamento di fratello Biagio. Il generale Rosario Castello ha ricordato e affidato l’Arma dei carabinieri di Palermo al Beato Padre Pino Puglisi, del quale quest’anno ricorre il trentennale del suo eccidio, citando le parole del beato: “Se ognuno  fa qualcosa allora si può fare molto”. Da qui l’invito a tutti i carabinieri a rimboccarsi le mani per fare qualcosa di concreto e di bene per combattere l’ideologia mafiosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspettando la Pasqua, i carabinieri celebrano la messa alla Missione di Biagio Conte

PalermoToday è in caricamento