Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Violate norme contro Coronavirus, mercato ittico chiuso: per lo "scaro" stop di due giorni

Nei due mercati le disposizioni che limitano gli accessi ed evitano assembramenti sono state infrante. La decisione del Comune: ittico chiuso fino a data da destinarsi. Nuove regole invece per la struttura di via Montepellegrino. Cosa cambia

Chiude da oggi, su richiesta degli stessi concessionari, il mercato ittico. Attività ferma fino a data da destinarsi. Per quanto riguarda il mercato ortofrutticolo, la riunione di Giunta tenuta oggi pomeriggio in via telematica ha deciso la chiusura almeno per i prossimi due giorni sulla base delle relazioni ricevute dai dirigenti.

La Giunta ha valutato che sia "indispensabile garantire l'approvvigionamento alimentare della città", soprattutto in considerazione della grande rilevanza che lo stesso mercato riveste nel settore del "fresco" venduto con canali diversi dalla grande distribuzione organizzata.

I provvedimenti sono diretta conseguenza di quanto accaduto oggi, con le difficoltà registrate nel controllo degli accessi. E' stato quindi deciso "che in via del tutto innovativa e in considerazione della attuale esigenza di contrasto al contagio, dal momento della riapertura saranno del tutto separate le fasi di scarico e di vendita e che quest'ultima non potrà svolgersi se all'interno del mercato siano ancora in corso attività di scarico".

Caos e tensioni alla riapertura dello "scaro": violate le disposizioni del sindaco

Saranno inoltre vagliate ulteriori misure restrittive o di contingentamento che saranno valutate e decise domani mattina nel corso di una riunione telematica dei vertici politici e dirigenziali dell'amministrazione comunale e saranno definite le modalità operative che saranno comunicate ai concessionari ed operatori anche per l'attuazione degli atti di loro competenza e per la loro indispensabile collaborazione. Fra le ipotesi allo studio, quella del prolungamento degli orari di vendita, lo scaglionamento eventuale della stessa, la separazione delle fasi di scarico (da svolgere il giorno precedente) e di vendita (da svolgere in tarda nottata dalle primissime ore del mattino).

"Tutte le misure  si legge in una nota del Comune - saranno in ogni caso finalizzate al controllo personale su tutti quanti saranno autorizzati ad accedere, mediante necessaria identificazione puntale, alla struttura".

Nel corso della riunione di oggi, il comandante della polizia municipale ha ufficializzato che nel corso della mattina si è proceduto all'identificazione di 20 persone, denunciate per violazione del decreto del presidente del Consiglio. "Sia pure in un clima che in alcuni momenti è stato teso - ha precisato - non vi sono state aggressioni di alcun tipo in danno degli agenti impegnati".

"Questi due giorni di chiusura dovranno servire a organizzare al meglio l’attività del mercato ortofrutticolo -afferma il presidente dell’ottava
circoscrizione, Marco Frasca Polara - Quanto successo questa mattina non dovrà più ripetersi. Palermo non può rischiare di essere tagliata fuori dalla filiera agro-alimentare per colpa degli abusivi. Ora più che mai il Comune dimostri di essere intransigente"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violate norme contro Coronavirus, mercato ittico chiuso: per lo "scaro" stop di due giorni

PalermoToday è in caricamento