Proteste contro le bancarelle del mercatino in viale Francia, Susinno: "Siano spostate"

Il consigliere di Sinistra Comune e il presidente della sesta circoscrizione hanno inviato una nota al prefetto: "Tanti residenti del quartiere segnalano costantemente i disagi e chiedono di spostare la vendita"

Mercatino di viale Francia - foto archivio

"La presenza del mercato rionale in Viale Francia è stato sempre un problema insostenibile per tanti residenti del quartiere che ne segnalano costantemente i disagi. Da tempo sia io sia il presidente della sesta circoscrizione Michele Maraventano, raccogliamo le preoccupazioni dei residenti, che non sono solo di carattere sanitario legate o meno al Covid 19; inoltre, in questi giorni, ci sono state recapitate centinaia di firme, formalizzate da tanti residenti che chiedono di spostare il mercato in una zona più sicura". Lo dice Marcello Susinno, consigliere di Sinistra Comune, ricordando che "La presenza delle bancarelle in Viale Francia, è stata autorizzata solo provvisoriamente, poiché gli spazi originari dedicati del piazzale Ambrosini, sono stati interessati dal cantiere per l’esecuzione dei lavori per il raddoppio ferroviario. Una provvisorietà che ormai dura da sei anni e che per tanti residenti la questione si è trasformata in un incubo. Preoccupazioni che sono state rappresentate sia al prefetto che all’assessore alla Protezione Civile attraverso una nota (firmada dallo stesso Susinno e Maraventano ndr)".

Alle istituzioni "viene rappresentata la valenza del mercato rionale come 'spazio sociale' oltre che di attività economica, dall’altro ci si pongono degli interrogativi sulle vigenza delle condizioni minime di sicurezza a salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica, intese quali misure a tutela della pubblica incolumità". Nella stessa missiva si rappresenta "l’opportunità che il mercatino possa avere luogo in una zona immediatamente adiacente, tra via Pace e via Cannarozzo, dove possibilmente le attività possano svolgersi in un’ottica di sicurezza pubblica in un ambiente, per quanto più possibile, con livelli minimi di pericolo”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento