Mercati settimanali ancora in stand by nelle Madonie

I sindaci dell’Unione Madonie slittano a dopo il 18 maggio la possibile riapertura dei mercati che, a cadenza settimanale, si tenevano in ogni paese del comprensorio

I sindaci dell’Unione delle Madonie hanno deciso di rinviare a dopo il 18 maggio la possibile riapertura dei mercati che, a cadenza settimanale, si tenevano in ogni paese madonita.

Per evitare possibili assembramenti e in attesa di sviluppi, visto l’avvio della fase 2, i primi cittadini dei diciassette comuni che fanno parte dell’Unione hanno deciso di attendere ancora qualche giorno prima di far riprendere la consueta attività ai venditori ad iniziare dai generi alimentari.

A darne notizia, a nome di tutti i sindaci, è il presidente dell’Unione Pietro Macaluso. Sicurezza dei cittadini e ripartenza delle attività devono camminare parallelamente e per tale ragione i primi cittadini hanno preferito rinviare di qualche settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento