Cronaca

La mensa francescana al fianco dei più fragili: a Pasqua tornano le scatole scalda cuore

La comunità è invitata a donare dei regali da distribuire ai senza fissa dimora e alle famiglie bisognose che si rivolgono ai frati. Dall’inizio della pandemia frati e volontari hanno distribuito 7.500 pasti

A Palermo Frati e volontari della mensa del Padre Abraham, sostenuta dal progetto Operazione Pane dell’Antoniano, saranno al fianco dei più fragili anche a Pasqua. In occasione delle festività sarà riproposta l’iniziativa “scatole scalda cuore”, ideata nel periodo natalizio: la comunità è invitata a donare delle scatole con all’interno regali da distribuire ai senza fissa dimora e alle famiglie che si rivolgono ai frati. A dicembre la risposta della comunità è stata commovente: sono stati raccolti centinaia di pacchi da distribuire alle famiglie e alle persone seguite dai frati del convento. Dall’inizio della pandemia sono stati 7.500 i pasti distribuiti ai bisognosi.

Le realtà francescane italiane sostenute dal progetto Operazione Pane, di cui beneficia anche una realtà francescana in Siria, sono 13 e si trovano a Roma, Catanzaro, La Spezia, Torino, Verona, Bologna, Pavia, Monza, Milano, Lonigo, Voghera e Baccanello. In questi mesi di emergenza si sono tutte riorganizzate per continuare a restare accanto ai più fragili nel pieno rispetto delle disposizioni delle autorità per il contenimento dell'emergenza sanitaria, attivando la distribuzione di kit alimentari all’aperto, organizzando colloqui “a distanza” per raccogliere le richieste di aiuto dei più fragili e distribuendo pacchi alimentari a domicilio. Attualmente le 14 realtà francescane distribuiscono quasi 36 mila pasti ogni mese, circa 1.200 al giorno.

"L’emergenza Covid-19 - sottolinea il direttore dell'Antoniano Giampaolo Cavalli - sta indebolendo fortemente anche il tessuto sociale, peggiorando la condizione dei più fragili e mettendo in difficoltà tante famiglie che prima di questa pandemia vivevano una vita serena. Dal nostro osservatorio – aggiunge – notiamo un’importante crescita delle persone e delle famiglie che hanno bisogno di aiuto: i nostri volontari ci segnalano, tra i nuovi ospiti delle mense francescane, tante persone che hanno perso il lavoro in seguito all’emergenza e che spesso fanno anche fatica a chiedere aiuto perché provano quasi vergogna per la loro nuova condizione e intere famiglie, spesso con bambini piccoli, che a causa della pandemia si sono trovate in difficoltà. Le persone che hanno bisogno di aiuto non possono essere lasciate sole, soprattutto in questa situazione così difficile. Operazione Pane tiene unite le mense francescane e ci aiuta a non dimenticare nessuno: a mettere in tavola un pasto caldo per tutti e a fare in modo che le nostre porte restino sempre aperte in sicurezza, nonostante le grandi difficoltà del momento". 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mensa francescana al fianco dei più fragili: a Pasqua tornano le scatole scalda cuore

PalermoToday è in caricamento