Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Terrasini, il sindaco querela il consigliere Maniaci

Per Massimo Cucinella alcune dichiarazioni fatte da Maniaci nel corso del consiglio del 7 marzo sarebbero lesive e offensive nei suoi confronti. Per il consigliere invece la querela sarebbe "un chiaro messaggio di intimidazione"

Da sinistra a destra: Nunzio Maniaci e Massimo Cucinella

Il sindaco di Terrasini, Massimo Cucinella, ha querelato per ingiuria il consigliere comunale (di opposizione) Nunzio Maniaci e quest'ultimo ha risposto presentando una controquerela per aggressione e intimidazione.

 "La querela è un chiaro messaggio di intimidazione nei confronti dell'opposizione ma hanno sbagliato metodo e persona. Io sono tranquillo e continuerò a svolgere il mio ruolo", dichiara Nunzio Maniaci a Palermotoday.

"Apprendiamo con grande dispiacere ed amarezza la notizia. Il circolo del PD di Terrasini ed i Giovani Democratici condannano fortemente questo tentativo di imbavagliare la voce dell’opposizione, in particolar modo del nostro consigliere comunale di riferimento dal quale sono sempre giunte critiche costruttive e soprattutto nell’interesse dell’intera comunità terrasinese", dichiara il segretario Clemente Maniaci.

"Critiche ed interventi quelli del consigliere Nunzio Maniaci esposti sempre in maniera rispettosa e democratica, e quasi mai ascoltate dall’amministrazione Cucinella. Siamo convinti e consapevoli del fatto che in politica così come nella vita si possa avere opinioni diverse, ma democrazia vuole che le opinioni vanno tutte ascoltate e rispettate, siano esse provenienti dalla maggioranza o dall’opposizione. Pertanto condanniamo questo gesto ed esprimiamo la nostra piena solidarietà al consigliere, il quale siamo sicuri continuerà nel suo compito di indirizzo e di controllo affidatogli dai cittadini terrasinesi alle ultime elezioni comunale del 2011", conclude il segretario.

I fatti che avrebbero portato alla querela e alla controquerela. "In occasione del consiglio comunale del 7 marzo dove si è discusso del futuro della Terrasini servizi - racconta il consigliere Maniaci - ho fatto delle dichiarazioni che avrebbero offeso il sindaco".  

"I toni si sono accesi - continua a raccontare - e la situzione è degenerata al punto che il presidente ha sospeso la seduta su richiesta del consigliere Dario Giliberti. La rissa si è evitata solo grazie all'intervento degli altri consiglieri comunali che hanno fatto da scudo".

Dal Comune confermano che "il sindaco ha querelato il consigliere Nunzio Maniaci, avendo ritenuto le sue dichiarazioni, fatte in quella seduta consiliare e fuori, offensive e lesive nei confronti suoi personali, della Giunta e del Consiglio Comunale. Adesso si attende che la vicenda faccia il suo corso e che la Magistratura si esprima al riguardo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, il sindaco querela il consigliere Maniaci

PalermoToday è in caricamento