rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Coronavirus, mascherine in vendita tra snack e bibite nei distributori di un ospedale

Sorpresa lungo corridoi e reparti di Villa Sofia e Cervello. A prendere l'iniziativa il titolare dell'impresa. Nel frattempo i sindacati denunciano la mancanza di dispositivi nei reparti. Infuriati i vertici sanitari

Mascherine contro il contagio da Coronavirus in vendita nei distributori automatici degli ospedali. Mentre i sindacati denunciano la mancanza di dispositivi nei reparti per medici e infermieri, qualcuno ha pensato di metterli in vendita come fossero snack o bibite gasate. Ed è così che questa mattina, sia al Cervello che a Villa Sofia, sono comparse le mascherine FFP2 con un costo di 10 euro.

Blitz negli ospedali, sequestro della finanza

A prendere l’iniziativa sarebbero stati i titolari delle imprese che si occupano di fare la manutenzione e caricare la merce nei distributori. Alla vista di questa scena primari e vertici ospedalieri sono saltati sulla sedia. "Abbiamo segnalato il caso alla direzione generale - dichiara Angelo Collodoro, vicesegretario regionale del Cimo - che sta provvedendo alla verifica. Invitiamo le altre direzioni delle aziende sanitarie a vigilare su simili episodi speculativi davvero incresciosi".

Aggiornamento ore 18 del 11 marzo 2020 // sequestro eseguito dalla guardia di finanza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, mascherine in vendita tra snack e bibite nei distributori di un ospedale

PalermoToday è in caricamento