rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Addio al bollettino Covid quotidiano? Cartabellotta: "Sarebbe un atto di ingiustificata censura"

L'allentamento graduale delle restrizioni deciso dal governo ha rimesso in discussione il report giornaliero sull'andamento della pandemia. Intanto è tempo di riaperture: dal 1º aprile prima, e dal 1º maggio poi, il green pass finirà in soffitta. Il tema più discusso è quello relativo alle mascherine al chiuso

L'allentamento graduale delle restrizioni anti Covid deciso dal governo ha rimesso in discussione il bollettino quotidiano sui casi Covid in Italia. Secondo alcuni andrebbe eliminato e sostituito con un rapporto su base settimanale. "Sarebbe un atto di ingiustificata censura sulla distribuzione regionale e sui dettagli di ricoveri, tamponi e altro", ha dichiarato il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta.

Intanto è tempo di riaperture: dal 1º aprile prima, e dal 1º maggio poi, il Green Pass finirà in soffitta.  Il tema più discusso è quello relativo alle mascherine al chiuso. L'attuale regolamentazione sulle mascherine, obbligatorie in tutti i luoghi al chiuso (compreso a scuola), resterà in vigore fino al 30 aprile. 

Mascherine, stop dal 1 maggio 2022

"È un rischio toglierle dal primo maggio, dice Walter Ricciardi, consulente del ministro alla Salute Roberto Speranza. "Stessa cosa vale anche per l’abolizione del Green Pass. Fortunatamente il governo ha dichiarato che agirà in funzione della curva epidemiologica e che se questa dovesse risalire, cosa che avverrà certamente vista la contagiosità di Omicron 2, tornerà sui propri passi. Andrà così a finire che lascerà l’obbligo di mascherine, che al chiuso se sono Ffp2 proteggono all’80% dall’infezione, e auspicabilmente anche del certificato verde".

"Mi affido al buon senso degli italiani - sostiene l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco - Spero che da qui a fine aprile l’andamento di questa nuova ondata sia più chiaro, non è nemmeno escluso che scenda. Da una parte mi auguro che gli italiani siano prudenti e semmai che il ministero alla Salute prenda nuovi provvedimenti per non farle togliere". Per Lopalco "aver detto adesso che si tolgono le mascherine è rischioso, anche perché è chiaro che il futuro è proprio questo: adattare volta per volta i nostri comportamenti all’andamento della curva del virus".

"Non obbligatoria, ma opportuna"

Stefania Salmaso, della Associazione italiana di Epidemiologia, ragiona: "Non bisogna fare l’errore di pensare che se una cosa non è più obbligatoria non resti comunque opportuna. Stiamo assistendo a un passaggio di responsabilità, dallo Stato al cittadino". Insomma, ciascuno valuterà dove e quando sarà necessario tenere ancora la mascherina su naso e bocca. Si chiama responsabilità. Intanto le mascherine restano obbligatorie per tutto aprile nei luoghi al chiuso.

È difficile parlare di emergenza finita, "mentre alla coda del Covid da gestire e al rilancio del Paese da programmare con il Pnrr, si è aggiunta l'emergenza della guerra. Stiamo tenendo insieme molte cose. Parlo del Paese e delle Regioni, coinvolte in gran parte di queste attività straordinarie. Ma avere nel governo un interlocutore serio ci rassicura": lo ha affermato il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti, intervistato dal Corriere della Sera. L'allentamento delle misure è "equilibrato": "Sono stati sconfitti gli opposti estremismi della drammatizzazione e della sottovalutazione. Mettiamo un punto fermo all'emergenza in cui il Paese ha vissuto per due anni. Accompagnando il nuovo corso senza smettere di monitorare il contagio. Si apre una fase di normalità condizionata".

"Siamo di fronte ad una fase nuova, non c'è dubbio, ed è giusto dare delle prospettive ai cittadini - dice  Andrea Costa, sottosegretario alla Salute - dal 1°maggio. confermo abolizione mascherine al chiuso, ma sono sicuro che tanti italiani continueranno a portarla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al bollettino Covid quotidiano? Cartabellotta: "Sarebbe un atto di ingiustificata censura"

PalermoToday è in caricamento