menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raquel Sánchez Silva denuncia i genitori di Mario Biondo: "Vittima di una campagna di molestie"

Stando a quanto scrivono alcuni media spagnoli, la vedova del cameraman palermitano morto a Madrid nel 2013, stanca delle indagini sulla sua vita personale, avrebbe sporto denuncia contro mamma Santina, Mediaset e contro chi amministra i social de Le Iene

Raquel Sánchez Silva, la vedova di Mario Biondo - il ragazzo palermitano morto il 30 maggio 2013 a Madrid - passa all'attacco e denuncia i genitori del cameraman. Biondo è stato trovato morto nella sua casa nella capitale spagnola. Dopo diverse indagini, tre autopsie e un lungo processo giudiziario, la polizia iberica ha concluso che si è trattato di un suicidio per impiccagione. La famiglia del palermitano, però, non ha mai accettato la tesi del suicidio e ha deciso da sola di proseguire le indagini in Italia.

La conduttrice 47enne adesso ritiene che i genitori di Biondo abbiano avviato contro di lei una "campagna di molestie" in cui, secondo i suoi avvocati, la donna è accusata "di nascondere informazioni rilevanti su questo fatto, se non di essere responsabile diretta". Ed è per questo - come si legge su El Periodico che fa riferimento alla notizia lanciata dal sito spagnolo Vanitatis - che ha deciso di denunciarli.

L'avvocato di Sánchez Silva ha presentato pochi giorni fa all'Unità Centrale per la criminalità informatica di Madrid la documentazione in cui accusa i membri della famiglia Biondo (Alessandro, Santina, Filippo ed Emanuela) di "odio, minacce, calunnie e insulti per la loro attività sui social network dal 2014 ad oggi". Si tratta di pubblicazioni che, secondo la difesa della conduttrice, sono "offensive" e sono "volte a molestare e fare pressioni sulla signora Sánchez Silva".

Nel mirino di Raquel Sánchez Silva anche il gruppo Mediaset. Nella denuncia si fa riferimento anche all'esistenza di un gruppo Facebook chiamato "Verità e giustizia per Mario Biondo", un profilo creato dalla famiglia del cameraman palermitano che "potremmo quasi dire che si tratta di un gruppo creato solo ed esclusivamente per denigrare Sánchez Silva", viene indicato nella lettera. Per gli avvocati della donna spagnola il servizio delle Iene dal titolo "Mario Biondo: un suicidio inspiegabile", andato in onda lo scorso ottobre, è, come si evince dalla denuncia, "Una storia sensazionalista, piena di bugie e travisamenti". A detta dei legali la donna per tutto questo "sta avendo conseguenze nella sua vita personale e professionale poiché colpisce la sua dignità personale e la sua immagine pubblica". Per questo, oltre Mediaset, sarebbero stati denunciati anche coloro che amministrano i social de Le Iene.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento