Il giallo della morte di Biondo, la procura di Palermo apre un'inchiesta

Due punti di vista opposti: per la polizia ed il tribunale spagnolo la sua morte è riconducibile ad un infarto per soffocamento da suicidio, ma la famiglia è convinta che si tratti di omicidio. Il corpo di Mario sarà presto riesumato per nuove analisi

Il cameraman palermitano Mario Biondo

Per la polizia madrilena si è trattato di suicidio, ma la famiglia non si arrende e spinge la pista dell'omicidio. La procura di Palermo ha riaperto il caso di Mario Biondo, il cameraman palermitano morto a Madrid lo scorso 30 maggio nella propria abitazione, dove viveva assieme alla moglie Raquel Sanchez Silva, nota presentatrice televisiva iberica. Il cadavere verrà riesumato prossimamente per effettuare nuove analisi.

La prima a notare il corpo ormai senza vita di Mario è stata la colf, che entrando in casa ha visto il cameraman con una "pashmina" legata intorno al collo e fissata ad una libreria in metallo. Secondo le prime ricostruzioni della polizia spagnola, Biondo è stato ritrovato in piedi, con le ginocchia leggermente piegate. Questo uno degli elementi fondamentali - secondo la famiglia - che non dovrebbe lasciare spazio all'ipotesi del suicidio. A ciò si aggiungono le conversazioni di Mario tenute con il fratello Andrea durante la notte del decesso: tra Facebook e Whatsapp risultano alcuni dialoghi sino all'1.18 del mattino. La morte, invece, è stata collocata intorno alle ore 4.

Pochi giorni dopo il fatto, il caso è stato chiuso ed archiviato. Il giudice spagnolo si è pronunciato: infarto per soffocamento, probabile suicidio. La famiglia ha fatto sapere di "non accettare questa versione dei fatti", motivo per il quale chiederà la riapertura del fascicolo anche presso il tribunale di Madrid. Per mamma Santina, intervistata per il programma "Chi l'ha visto?", non ci sono dubbi: "Qualcuno lo ha soffocato tenendolo da dietro con la sciarpa, mentre qualcun altro gli teneva le gambe: me l'hanno ammazzato". L'inchiesta palermitana sarà coordinata dal procuratore aggiunto Maurizio Scalia e dal pm Geri Ferrara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Reddito cittadinanza, il caso di una coppia di Palermo: "Mentono al Fisco, card sequestrata"

  • Quando Totò Riina fu arrestato: "In carcere le guardie gli urlavano 'Stai zitto, prigioniero'"

  • Calogero non ce l'ha fatta: morto il 27enne malato di linfoma che ha commosso l'Italia

Torna su
PalermoToday è in caricamento