menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza Garfield Lodi e il parco giochi deserto

Piazza Garfield Lodi e il parco giochi deserto

Multe fino a 500 euro per chi gioca a pallone in piazza: polemica a Marineo

Lo prevede un'ordinanza del sindaco Pietro Barbaccia riferita alle piazze Sainte Sigolene e Garfield Lodi. Insorgono i cittadini: "E i nostri bambini cosa faranno?". Il primo cittadino assicura: "Il provvedimento verrà modificato"

Niente più baccano o partite di calcio "improvvisate" in piazza. Lo scorso 7 novembre il sindaco del comune di Marineo, Pietro Barbaccia, ha emesso l’ordinanza 27/2016 con la quale si vieta a chiunque, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, "di porre in essere schiamazzi o altri rumori molesti ed ingiustificati, oltre che fare uso del pallone da gioco nelle piazze Sainte Sigolene e Garfield Lodi". La pena? Multe da 25 a 500 euro. Il primo cittadino, raggiunto telefonicamente da PalermoToday, ha voluto rassicurare i cittadini: "Il provvedimento contiene delle inesattezze che stiamo provvedendo a rettificare. La settimana prossima verrà sistemata e pubblicata quella nuova che comprenderà fasce orarie e di età diverse"

Una volta appresa la notizia i cittadini di Marineo sono "insorti" contro l’amministrazione comunale, chi facendo le proprie osservazioni direttamente al Sindaco e chi sfogando la propria rabbia sui social. "Il divieto per l’intera giornata - dice Esther - mi pare esagerato. Ma fidatevi, per chi abita in queste zone non è una bella cosa sentire il pallone o le grida fino a tarda notte". C’è anche chi sottolinea il paradosso per cui ai bambini - che sicuramente non affollano le piazze nella tarda serata - non è consentito giocare, mentre l’Amministrazione se ne infischierebbe dei pub che mettono musica ad alto volume e anche dei giovani che, a pochi passi da lì, farebbero uso di droghe.

"Probabilmente si vieta di giocare in piazza - scrive Antonino Spinella - per incentivare l'uso del nostro splendido e funzionale polo sportivo, l'eccezionale campetto verde (a pagamento), il magnifico capo di pallavolo (incompleto) o il campo/cantiere inagibile. Che schifo, ma nessuno prova vergogna?". Altri cittadini, riconoscendo magari l’opportunità di intervenire su piazza Garfield Lodi dove la stessa amministrazione ha messo un piccolo parco giochi (ad oggi deserto), si chiedono se ci fosse la stessa necessità per la piazza Sainte Sigolene, intitolata a un comune francese con il quale Marineo è gemellato.

A disposizione dei gemelli d’Oltralpe, infatti, l’amministrazione francese mette a disposizione gratuitamente campi in terra, in erba sintetica, 4 campi da tennis, sale per giocare a ping pong, per fare yoga e altro ancora. Ma fra le volontà del comune di Marineo, aggiunge Barbaccia, non c’è quella di danneggiare i più piccoli. "Ho due nipotini - aggiunge il Sindaco - e non mi sognerei mai di danneggiare i più piccoli né di multare le loro famiglie. Il nostro era un intento più educativo che repressivo. Volevamo evitare che i ragazzini più grandi, da 13 anni in su, disturbino il riposo dei residenti e prendano a pallonate la chiesa madre di San Ciro e Giorgio". Gli adolescenti di Marineo, dunque, tengano sempre in tasca la carta d’identità in tasca, pronta per permettere ai vigili urbani di identificarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento