rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Collesano

Vigilessa investita e uccisa mentre lavorava: risarcimento per i familiari

Maria Ilardo era stata travolta a 47 anni il 26 marzo del 2015 a Collesano. In sede di mediazione civile è stato deciso che il marito e le figlie avranno quanto previsto dalla legge. La causa penale, dopo un ricorso in Cassazione, non si è ancora conclusa

Maria Ilardo il 26 marzo del 2015 era stata travolta da un'auto mentre lavorava come vigilessa, a Collesano. Morì a 47 anni dopo 17 giorni di agonia. Adesso i familiari avranno un risarcimento. Il marito, Giuseppe Di Gregorio e le due figlie, assistiti dall'avvocato Pasquale Di Iacovo, hanno ottenuto, in sede di mediazione civile, quando previsto in caso di esclusiva colpa dell'auto investitrice. A travolgere la vigilessa in servizio fu una Fiat Multipla. Sarà quindi l'assicurazione a pagare.

"Un primo passo verso la richiesta di giustizia è arrivata. Mia moglie - dice Di Gregorio all'agenzia Ansa - era una persona alla mano, generosa e gentile, a cui non mancava mai il sorriso. Non mi rassegnerò mai alla sua morte". La causa penale, dopo un ricorso in Cassazione, non si è ancora conclusa. 

La vigilessa, che al momento del'incidente si trovava in piazza Mazzini, fu portata all'ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù in condizioni gravissime. I carabinieri poche ore dopo rintracciarono e denunciarono un insegnante di 57 anni, F.L.F., accusato di avere travolto la donna, mentre era alla guida della sua Fiat Multipla (poi fu sottoposto ad accertamenti tossicologici e alcolemici che diedero esito negativo). Maria Ilardo venne poi portata a Palermo, a Villa Sofia, dove morì a distanza di due settimane e mezzo dall'incidente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilessa investita e uccisa mentre lavorava: risarcimento per i familiari

PalermoToday è in caricamento