menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il porticciolo della Bandita

Il porticciolo della Bandita

Mare inquinato da Vergine Maria alla Bandita: scattano i divieti di balneazione fino al 31 ottobre

Il conto alla rovescia in vista della stagione estiva è già scattato e il sindaco Leoluca Orlando ha firmato un'ordinanza che individua i tratti di costa dove non sarà consentito fare il bagno, anche per ragioni di sicurezza. Ecco dove sono

Dalla spiaggia di Vergine Maria ai porticcioli di Mondello e della Bandita: è lunga la lista dei divieti di balneazione nella costa cittadina. I tratti di mare interdetti per inquinamento o altri motivi (la sicurezza ad esempio) sono stati messi nero su bianco in un'ordinanza firmata qualche giorno fa dal sindaco Leoluca Orlando, sulla scorta delle analisi sulla qualità delle acque.

Il conto alla rovescia in vista della stagione balneare è già scattato: la Regione ne ha fissato l'apertura il 16 maggio, ma in base all'andamento dei contagi la data potrebbe pure essere anticipata. 

Un punto fermo lo ha messo il provvedimento del sindaco, che vieta la balneazione fino al 31 ottobre nella spiaggia di Vergine Maria (per 400 metri); in un tratto di via Barcarello (250 metri); a Mondello, dalla fine di piazza Mondello fino a via Piano di Gallo (300 metri); dalla fine del porto di Sant'Erasmo all’inizio del porto della Bandita (3700 metri); dalla fine del porto della Bandita al Lido Olimpo (2500 metri); al lido Olimpo, al confine con il territorio di Ficarazzi (760 metri).

Per ragioni di sicurezza non sarà possibile fare il bagno al porticciolo di Sferracavallo (700 metri); alla Fossa del Gallo (250 metri); al porto di Mondello (200 metri); al porto dell’Addaura (500 metri) e in quello della Bandita (200 metri).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento