Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Moglie di DellʼUtri: "Ha interrotto il digiuno per l'anoressia di nostra figlia"

Intanto il tribunale di Sorveglianza si riserva sulla richiesta di scarcerazione. La procura generale ha espresso parere negativo nel corso dell’udienza svoltasi a porte aperte

Marcello Dell'Utri

I giudici del tribunale di sorveglianza di Roma si sono riservati di decidere in merito all’istanza di scarcerazione per motivi di salute Marcello Dell’Utri. A presentare la richiesta sono stati i legali dell’ex senatore palermitano. La procura generale ha espresso parere negativo nel corso dell’udienza svoltasi a porte aperte. 

Dell'Utri, collegato in videoconferenza, non ha fatto dichiarazioni. E'attualmente detenuto nel carcere di Rebibbia, dove sta scontando una pena a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. L’ex senatore è affetto da una cardiopatia e a luglio scorso gli è stato diagnosticato un tumore alla prostata. 

Già lo scorso 5 dicembre, a fronte dell’istanza di incompatibilità con il regime penitenziario inoltrata dai penalisti Alessandro De Federicis e Simona Filippi, i magistrati della "Sorveglianza" avevano negato la scarcerazione dell’ex senatore di Forza Italia, 

Intanto Miranda Ratti, moglie di Dell'Utri, intervistata da Il Tempo, ha rivelato: "Mio marito ha interrotto il digiuno per un problema familiare che non ho mai dichiarato. Abbiamo 4 figli, e una nostra ragazza ha sofferto per un lunghissimo periodo di anoressia. Ha pensato bene che poteva essere troppo pericoloso per lei e quindi - ha spiegato - ha smesso". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moglie di DellʼUtri: "Ha interrotto il digiuno per l'anoressia di nostra figlia"

PalermoToday è in caricamento