Cronaca

Mafia, Dell'Utri condannato a sette anni per concorso esterno

Secondo l'accusa l'ex senatore palermitano del Pdl avrebbe "mediato" con Cosa nostra per la "protezione" dell'ex premier Berlusconi. La sentenza è stata pronunciata nell'aula bunker del Pagliarelli dopo otto ore di camera di consiglio. "Accetto il verdetto"

Marcello Dell'Utri, condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

L'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri è stato condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. La Corte presieduta da Raimondo Loforti ha inflitto sette anni all'ex parlamentare palermitano. Secondo l'accusa Dell'Utri avrebbe "mediato" con Cosa nostra per la "protezione" dell'ex premier Silvio Berlusconi. Dell'Utri era stato condannato, nel 2004, a 9 anni, condanna che in appello era scesa a 7 anni. Sentenza ribaltata dalla Cassazione che, un anno fa, ha riaperto il processo relativamente alle accuse che riguardano fatti antecendenti al 1992. "Speravo in un'altra sentenza, ma accetto il verdetto", queste le prime parole di Dell'Utri dopo la condanna (GUARDA IL VIDEO).

LEGGI ANCHE: I GIUDICI RIGETTANO LA RICHIESTA DI ARRESTO

La sentenza è stata pronunciata nell'aula bunker di Pagliarelli alla presenza di Dell'Utri che ha ascoltato il verdetto accanto ai suoi legali. I giudici si erano ritirati in camera di consiglio stamattina poco dopo le 10.40, ascoltate le repliche del procuratore generale, Luigi Patronaggio, e dei difensori di Dell'Utri, gli avvocati Massimo Krogh e Giuseppe Di Peri. Il Pg aveva chiesto la conferma della condanna a sette anni. Prima che i giudici si ritirassero, Dell'Utri aveva reso dichiarazioni spontanee in aula. Aveva negato di aver mai aiutato la mafia, ma aveva rivendicato ancora una volta i rapporti col boss Vittorio Mangano, lo "stalliere di Arcore", da lui definito "una persona normalissima".

LEGGI ANCHE: DELL'UTRI: "MANGANO BRAVA PERSONA"

Tecnicamente la Corte ha rideterminato la pena sulla sentenza di primo grado, attendosi ai principi enunciati dalla Cassazione nella sentenza con cui un anno fa aveva annullato il primo processo d'appello. La Corte ha considerato il giudicato riguardante i fatti fino al 1978, per i quali Dell'Utri è stato ritenuto colpevole, mentre è stato assolto per quelli successivi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, Dell'Utri condannato a sette anni per concorso esterno

PalermoToday è in caricamento