rotate-mobile
Comune

Buche stradali, ordinanza per la manutenzione scaduta il 2 settembre: "Subito proroga a Rap"

Da più di due anni non c'è un gestore del servizio, adesso anche il monitoraggio e il pronto intervento per il ripristino dell'asfalto è "scoperto". Il consigliere Giaconia (Progetto Palermo): "Per tutelare l'incolumità dei cittadini è necessario rinnovare l'affidamento all'ex municipalizzata"

Da più di due anni, a Palermo nessuno gestisce la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade. La vecchia amministrazione l'ha tolta dal contratto di servizio della Rap (approvato dal Consiglio il 7 luglio 2020), alla quale era rimasto soltanto il monitoraggio e il pronto intervento per il ripristino delle buche. L'ordinanza sindacale che affidava questi servizi alla partecipata comunale, però, è scaduta lo scorso 2 settembre ed ancora non è stata rinnovata.

A renderlo noto è il consigliere comunale di Progetto Palermo, Massimo Giaconia, "preoccupato sia perché non si sa nulla sullo stato di avanzamento della procedura di affidamento dei servizi ai nuovi gestori privati tramite lo strumento dell’accordo quadro, così come previsto piano triennale delle Opere pubbliche 2021-2023 approvato dal Consiglio lo scorso maggio, sia perché sono venuti meno gli effetti dell’ordinanza firmata dall'ex sindaco Leoluca Orlando".

Da qui l'appello a Lagalla: "Sono più che certo - dice Giaconia - che l'affidamento di tali servizi non avverrà in pochi giorni. La tutela dell'incolumità dei cittadini però non può attendere i tempi biblici della politica e della burocrazia. Ecco perché mi rivolgo al sindaco: è necessario un nuovo provvedimento d'urgenza per prorogare l’affidamento temporaneo dei servizi minimi di manutenzione stradale alla Rap".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche stradali, ordinanza per la manutenzione scaduta il 2 settembre: "Subito proroga a Rap"

PalermoToday è in caricamento