Cronaca

Trovata al porticciolo della Cala una manta gigante: pesa 450 chili

L'enorme pesce - detto il "diavolo di mare" - è stato recuperato per mezzo di una gru dei vigili del fuoco. Si trovava nei fondali: forse è stata trascinata da qualche peschereccio. Il "mostro" marino è stato portata all'Istituto zooprofilattico

No, non è un mostro, di quelli che si vedono nei film. Anche se, a vederlo così, fa comunque paura. Tanta paura. Sia per la grandezza sia per il peso, ben 450 chili. Stiamo parlando della manta gigante trovata ieri sera morta sui fondali alla Cala.

A imbrigliare l'enorme pesce, della famiglia degli myliobatidae e "imparentato" con gli squali, è stato forse qualche peschereccio, che l'ha trascinato fino al porticciolo. Secondo una prima ipotesi, infatti, sembrerebbe poco probabile che sia arrivato da solo. La manta è stata issata da una gru dei vigili del fuoco, intervenuti dopo una segnalazione giunta alla sala operativa. La carcassa dell'animale è stata in seguito portata all'Istituto zooprofilattico.

Il "diavolo di mare" o manta mediterranea - nome scientifico Mobula mobular - è un pesce cartilagineo diffuso nel mar Mediterraneo e nell'Atlantico orientale, al largo delle coste dell’Irlanda fino alle acque meridionali del Portogallo, isole Canarie e Azzorre comprese. Vive sulle piattaforme continentali, non lontano da coste e isole, ed ha un corpo compresso verticalmente con due enormi pinne pettorali, che somigliano a delle ali. La coda è sottile e allungata, costituita da una spina che può usare come arma di difesa. Gli occhi sono sul dorso mentre sul ventre ci sono la bocca e le fessure branchiali. Può raggiungere la dimensione massima di 5,2 metri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata al porticciolo della Cala una manta gigante: pesa 450 chili

PalermoToday è in caricamento