Trattativa, Ingroia: ''La sentenza? Il fatto c'è, ma non lo ha commesso Mannino''

L'ex pm, che rappresentava l'accusa nella prima parte del processo di primo grado, commenta con l'Adnkronos le motivazioni della sentenza di assoluzione per l'ex ministro democristiano

Antonio Ingroia

"Le motivazioni con le quali la Prima Sezione della Corte d'Appello di Palermo ha assolto Calogero Mannino confermano ciò che già diceva il dispositivo: Mannino non ha commesso il fatto di reato. Quindi, significa che nessuna decisione è stata presa sul fatto di reato, cioè sulla punibilità della minaccia allo Stato, oggetto del processo". Così, l'ex pm Antonio Ingroia, che rappresentava l'accusa nella prima parte del processo di primo grado, commenta con l'Adnkronos le motivazioni della sentenza di assoluzione per l'ex ministro democristiano. Mannino aveva scelto lo stralcio dal troncone principale del processo che è ancora in corso davanti alla Corte d'assise d'appello di Palermo. "Il fatto di reato c'è, come già accertato in un ben più approfondito dibattimento davanti alla Corte d'Assise di Palermo, ma non lo ha commesso Mannino", dice ancora Ingroia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l'ex pm che ha lasciato in polemica la magistratura e oggi fa l'avvocato "Ora bisognerà attendere cosa gli altri giudici di appello diranno sulla responsabilità degli altri imputati, dopo una sentenza di condanna di primo grado che, alla fine di quella approfondita istruttoria , e senza pronunciarsi sulla responsabilità di Mannino, ha invece affermato la sussistenza del fatto di reato e la responsabilità per tale reato degli altri imputati diversi da Mannino". "Questa è l'attuale situazione di fatto secondo normale dialettica processuale. Ne' più ne' meno di questo", conclude Antonio Ingroia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento