Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Cgil contro la manovra del governo “E’ iniqua e repressiva”

Dalle 10 di questa mattina si sta svolgendo davanti alla Prefettura un sit-in di protesta. Presenti lavoratori call center, Keller, dei Cantieri navali e gli edili

Una manifestazione Cgil

La Cgil di Palermo si mobilita contro la manovra del governo. Davanti alla Prefettura è in corso dalle 10 un sit-in: il sindacato ha chiamato a raccolta tutte le sue categorie, per dire no a una manovra definita «iniqua, repressiva e antisindacale» ed invitare alla ribellione cittadini, lavoratori, pensionati. Sono presenti tutti i segretari generali e le bandiere delle categorie, i lavoratori dei call center, della Keller, dei Cantieri navali, gli edili, una vasta rappresentanza della Funzione pubblica e dei bancari, i pensionati.

«Siamo già più di duecento - dichiara la rappresentante della segreteria della Cgil di Palermo, Angela Biondi -, la gente sta continuando ad arrivare. La sensazione è che il problema è molto sentito e lavoratori e sindacati intendono far sentire la propria voce. Al prefetto consegneremo le ragioni del nostro dissenso». Secondo la sindacalista «la manovra non contiene nessun investimento per il Sud, ma solo tagli e l'assenza di interventi per lo sviluppo del Mezzogiorno continuerà ad aumentare il divario con il Nord del Paese e a impedire alla Sicilia e a Palermo di attuare le infrastrutture necessarie al suo sviluppo economico e occupazionale». «Le ragioni del dissenso le manifesteremo al prefetto - dichiara il segretario generale della Cgil di Palermo, Maurizio Calà -. Questo è l'inizio di una campagna di mobilitazione generale contro il governo e di controproposte che la Cgil mette in campo per uscire dalla crisi facendola pagare a chi finora non ha pagato». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil contro la manovra del governo “E’ iniqua e repressiva”

PalermoToday è in caricamento