Cronaca

Protesta dei dipendenti delle Ipab in liquidazione: "Vogliamo una risposta seria"

Stamattina il presidio davanti la sede dell'assessorato regionale della Famiglia e Lavoro. Fp Cgil Sicilia denuncia: "Ancora una volta c'è mancanza di sensibilità e disponibilità da parte dell'organo politico"

Non si ferma la mobilitazione dei dipendenti delle Ipab messe in liquidazione. Si tratta di circa 200 persone di 35 strutture, in attesa da anni sia della retribuzione (essendo dipendenti pubblici non hanno avuto nemmeno gli ammortizzatori sociali) che di una ricollocazione. Stamattina il presidio, a Palermo, davanti la sede dell'assessorato regionale della Famiglia e Lavoro. Fp Cgil Sicilia denuncia "ancora una volta la mancanza di sensibilità e disponibilità da parte dell'organo politico".

''Siamo stati ricevuti dalla componente amministrativa - afferma la segretaria regionale Monica Genovese - e questo certamente non ci rassicura sugli sviluppi della vertenza che comunque andrà avanti con grande determinazione. Nessuna traccia dell'assessore o del capo di gabinetto''. Il segretario generale Gaetano Agliozzo annuncia che la mobilitazione si sposterà all'assessorato alla Sanità e chiamerà in causa anche le competenti commissioni legislative dell'Ars. ''Vogliamo dare forza e sostegno alla vertenza - affermano Agliozzo e Genovese - perché crediamo sia arrivato il momento che le istituzioni politiche della Regione diano una risposta seria e concreta a questi lavoratori.

A cominciare dal loro inserimento nelle strutture sanitarie pubbliche attraverso propedeutici percorsi di riqualificazione, così come previsto nel protocollo di intesa firmato nel settembre 2021 tra i sindacati e l'assessorato. Nulla è stato fatto per gli amministrativi e i generici, oltre a non esserci stata alcuna ricollocazione nelle Asp. Per di più esiste un disegno di legge di riforma delle Ipab fermo al palo. Sono tutte questioni irrisolte alle quali va posta immediata soluzione per non disperdere risorse umane e professionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta dei dipendenti delle Ipab in liquidazione: "Vogliamo una risposta seria"
PalermoToday è in caricamento