rotate-mobile
Cronaca Terrasini / Via Piazza Borsellino e Falcone

Rifiuti in contrada Paterna a Terrasini: in aula "per dire No all'ennesimo scempio"

L'appuntamento è giovedì sera alle 20 davanti alla sede del municipio dove si terrà il consiglio comunale. Ad organizzare l'iniziativa i comitati locali, il M5S, il Forum ambiente Calarossa, l'associazione Impastato e l'opposizione

Il 12 luglio presso la Regione Siciliana ci terrà una conferenza di servizi durante la quale il comune di Terrasini dovrà dare il suo parere sulla costruzione di un sito di trasferenza di rifiuti in contrada Paterna.

I comitati cittadini Cinisi Terrasini per l'ambiente, Ripuliamo Cinisi, il M5S, il Forum ambiente Calarossa, l'associazione Impastato insieme all'opposizione, da giorni stanno esprimendo la loro contrarietà a questa possibilità.

Per essere sicuri che il loro messaggio sia chiaro e ribadire il loro no a quello che viene definito l"'ennesimo scempio del nostro territorio" questa sera alle 20 si raduneranno davanti al municipio dove si terrà un consiglio comunale per poi parteciparvi.

Con una lettera l'opposizione (Fabio Viviano, Militello Giuseppe, Nunzio Maniaci, Virginia Ferrigno, Carlo Serio e Antonio Finazzo) qualche giorno fa aveva chiesto al presidente del consiglio di aggiungere un punto all'ordine del giorno del consiglio del 4 luglio per chiedere al sindaco di non autorizzare la realizzazione del centro di trasferenza. La richiesta non è stata accettata. Da qui la decisione di incontrarsi in piazza e partecipare in massa al consiglio.

Queste le domande che verranno poste al sindaco Massimo Cucinella:
1) Che fine ha fatto il progetto dell'area di raccolta ottimale (ARO) che assieme al tuo collega Sindaco di Cinisi avevi promesso più volte di realizzare, anche in pubblica piazza, e che doveva risolvere il problema dei rifiuti?
2) Perchè il territorio di Terrasini, a forte vocazione turistica deve ospitare una stazione di trasferenza senza che sia stato previsto in un piano d'ambito?
3) Perchè non parlate più di differenziata e non fate nulla in tale direzione nonostante tutte le direttive Europee e la legge regionale che le ha recepite?
4) Perchè non è stata informata la cittadinanza ed il Progetto di tale “stazione di trasferenza” non è messo a disposizione di tutto il consiglio comunale, primo organo democratico di rappresentanza del Popolo di Terrasini?
5) E' stato valutato l'impatto ambientale e sanitario di tale impianto sul territorio e quindi le conseguenze per la salute dei cittadini?
6) La società ITRAS Srl ha intrattenuto contatti con l'amministrazione da lei presieduta? Perchè ha scelto proprio Terrasini, un territorio ad alta valenza turistica per i propri affari?

Installare un centro di trasferenza dei rifiuti, secondo gli organizzatori, che hanno anche creato il gruppo su Facebook "No alla "discarica" in contrada Paterna", "significherebbe rinunciare al rilancio turistico del territorio e potrebbe trasformare Terrasini nella pattumiera della provincia. pertanto invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare. No alla discarica. Sì al Turismo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti in contrada Paterna a Terrasini: in aula "per dire No all'ennesimo scempio"

PalermoToday è in caricamento