"Vogliamo vivere e lavorare in Sicilia", i giovani di Coldiretti scendono in piazza

Organizzato un corteo con partenza da piazza Marina e arrivo in piazza Indipendenza. Il delegato Giovani Impresa Sicilia, Massimo Piacentino: "Vogliono rimanere e investire nell'Isola, ma non si può fare perché prevalgono logiche incomprensibili e lontane anni luce dalla modernità"

Foto archivio

I giovani agricoltori siciliani scenderanno in piazza giovedì 14 novembre per sottolineare la "volontà di rimanere in Sicilia e lavorare in agricoltura". Il corteo, organizzato da Coldiretti, partirà alle 8.30 da piazza Marina, a per arrivare a piazza Indipendenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Sicilia spesso viene additata come la patria dell'abbandono, i media raccontano di migliaia di giovani che hanno lasciato l'Isola nell'ultimo decennio avendo perduto ogni speranza circa il loro diritto al lavoro dignitoso e il loro diritto all'iniziativa economica privata - scrive in una lettera aperta il delegato Giovani Impresa Sicilia, Massimo Piacentino - I giovani vogliono rimanere ed investire ma in Sicilia non si può fare perché prevalgono logiche incomprensibili e lontane anni luce dalla modernità. Non possiamo più permettere questa situazione per questo scenderemo in piazza, perché la Sicilia è nostra, le risorse europee sono nostre e non di chi vuole lasciarle nel cassetto anche per incapacità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento