rotate-mobile
Cronaca

Il sindaco Orlando in corteo a Roma: al fianco del leader della Cgil Landini per isolare i rigurgiti fascisti

Il primo cittadino vola nella Capitale per partecipare alla manifestazione organizzata per prendere posizione contro le recenti aggressioni alla sede nazionale del sindacato: "I cittadini, da questa piazza, affermano con forza la propria libertà dalla paura avendo cura della democrazia"

Il sindaco Leoluca Orlando sfila al fianco del segretario nazionale della Cgil Maurizio Landini al corteo "Mai più fascismi" a Roma. Alla manifestazione, organizzata dai sindacati Cgil, Cisl e Uil contro le recenti aggressioni alla sede nazionale della Cgil anche l'assessore Giovanna Marano. "Sono vicino alla Cgil, presidio di democrazia e rispetto dei diritti. Questa è una manifestazione che - dichiara il primo cittadino - unisce gli italiani che si riconoscono nei valori democratici e antifascisti sanciti dalla nostra Costituzione che è fondamento del riconoscimento dei diritti umani. E' anche una conferma all'Europa che in Italia tutti i rigurgiti fascisti vengono isolati dai cittadini che, da questa piazza, affermano con forza la propria libertà dalla paura avendo cura della democrazia. Proprio da qui si eleva forte l'appello al governo e ad ogni autorità competente -  conclude Orlando - affinché si faccia il possibile per sciogliere tutte le organizzazioni fasciste che attentano alla nostra democrazia.

Già nei giorni scorsi il primo cittadino e l'intera Giunta avevano dato il loro sostegno al sindacato. aderito all'iniziativa. "L'assalto squadrista alla sede nazionale della Cgil - avevano dichiarato - è un inaccettabile attacco alla democrazia, al mondo del lavoro e, quindi, ai principi fondamentali della nostra Costituzione. Sosteniamo, pertanto, in spirito di condivisione le organizzazioni sindacali e tutte le forze sane del paese che parteciperanno alla manifestazione, nella speranza che serva a sensibilizzare le istituzioni affinché vengano sciolte tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste che attentano ai valori democratici".

Al corteo anche una delegazione, di oltre 200 persone, della Cgil di Palermo. Presenti dirigenti sindacali, lavoratori e studenti dell'Udu. "L'obiettivo della manifestazione - spiega il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e il segretario d'organizzazione Francesco Piastra - è rafforzare la democrazia nel nostro Paese, i valori della convivenza civile e fermare la deriva fascista e la violenza portata avanti da organizzazioni e movimenti politici neofascisti e neonazisti che chiediamo vengano al più presto sciolti perché attentano ai valori democratici". A Roma rappresentanti delle aziende Italcementi, Coime, Abramo e Tim, le Cave sotto sequestro Selmi, Newcoop, Eurospin, il franchising Famila, Stroili Oro spa, Coop Service Re, Inail, Inps, Regione, Provincia regionale, Comune di Palermo. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Orlando in corteo a Roma: al fianco del leader della Cgil Landini per isolare i rigurgiti fascisti

PalermoToday è in caricamento