Picchia la moglie perchè mangia e beve mentre lui è digiuno per il Ramadan: condannato

Un algerino di 49 anni, musulmano, deve scontare 2 anni e 8 mesi. L'ira dell'uomo si sarebbe scatenata in particolare durante il periodo di digiuno perché la moglie italiana poteva mangiare, bere alcolici e fumare e lo faceva davanti a lui

Avrebbe più volte insultato e picchiato la moglie. Gli scatti d'ira peggiori nel periodo del Ramadan quando lui non poteva mangiare mentre la donna, di altra fede religiosa, non era soggetta a restrizioni. Un cittadino algerino di 49 anni, M.L., è stato condannato a due anni e otto mesi per maltrattamenti e lesioni alla moglie. La sentenza è del gup di Palermo Patrizia Ferro.

L'ira dell'uomo, secondo le indagini, si sarebbe scatenata in particolare durante il Ramadan perché la moglie italiana poteva mangiare, bere alcolici e fumare e lo faceva davanti a lui. Sia la moglie dell'imputato sia i tre figli hanno testimoniato che l'uomo si innervosiva parecchio quando doveva osservare le privazioni del Ramadan e così - secondo gli inquirenti - negli ultimi sei anni, un paio di volte all'anno, avrebbe insultato pesantemente la donna, vittima anche di schiaffi e percosse. Nel 2016, la moglie non ce l'ha fatta più e durante l'ennesimo litigio, durante il quale lui l'avrebbe minacciata con una bottiglia, ha chiamato i carabinieri. Il gup ha disposto per l'imputato anche il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento