Cronaca

La strada si allaga e automobilista resta impantanato, Comune e Amap pagheranno i danni

L'episodio risale al 2013 ed è accaduto nella borgata marinara di Sferracavallo. Per il giudice di pace le cause dell'allagamento sono state il mancato funzionamento del sistema di drenaggio delle acque pubbliche e la carenza infrastrutturale dell'impianto fognario

Il giudice di pace Giacoma Valenti, ha condannato il Comune e l'Amap a risarcire i danni a un automobilista, difeso dall'avvocato Rosario Dolce, rimasto impantanato con la sua macchina nell'ottobre 2013, nella borgata marinara di Sferracavallo, nei pressi del ristorante il Delfino.

La pioggia invaso anche i locali del ristorante dove alcuni passanti e lo stesso automobilista si erano rifugiati. Come stabilito nel corso delle udienze, le cause dell'allagamento della vettura sono state il mancato funzionamento del sistema di drenaggio delle acque pubbliche e la carenza infrastrutturale dell'impianto fognario. Il Comune e l'Amap hanno sostenuto che si trattava di un incidente dovuto a una calamità naturale. Tesi che non è stata accolta dal giudice di pace. "Tra l'altro l'Amap non ha fornito la prova di avere provveduto alla manutenzione delle caditoie - si legge nella sentenza - in virtù del contratto di servizio del 30 ottobre 2001"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strada si allaga e automobilista resta impantanato, Comune e Amap pagheranno i danni

PalermoToday è in caricamento