Cronaca

Maltempo a Palermo: disagi, allagamenti e tombini "esplosi"

Infiltrazioni d'acqua nella Cattedrale di Monreale. Il vento gelido proveniente direttamente dalla Russia bussa in Sicilia e si fa sentire anche nel capoluogo e in provincia. Registrati problemi in viale Regione Siciliana, Mondello e nello svincolo di via Belgio

Si scrive Burian, si legge "spauracchio". Il vento gelido proveniente direttamente dalla Russia bussa in Sicilia e si fa sentire anche a Palermo e provincia: l'Isola resterà nella morsa del freddo fino ai primi giorni del 2015. E ormai tutti se lo stanno chiedendo: "Nevicherà a Palermo?". Nel capoluogo il fenomeno è assente dai giorni della "merla" del 1999, ovvero a fine gennaio. Qualche fiocco potrebbe venir giù a Capodanno. Per la notte di San Silvestro sono attesi 2 gradi.

A Palermo intanto piove quasi ininterrottamente da 48 ore (e in provincia è già arrivata la neve, a quota 1.800). Anche oggi diverse strade si sono allagate. Registrati problemi in viale Regione Siciliana, Mondello e nello svincolo di via Belgio. Decine le chiamate ai vigili del fuoco. Disagi anche in via Cappuccini dove sono saltati i tombini.

Il sito ilmeteo.it ha fatto sapere che "le nubi portate da Burian faranno nevicare nei prossimi giorni al Sud e anche nella Sicilia settentrionale. Potrebbe nevicare a Palermo - si legge - un evento veramente eccezionale da queste parti. Il Burian farà crollare la temperature diurne e notturne. Temperature e condizioni meteorologiche a cui il capoluogo siciliano non è abituato e che destano preoccupazione soprattutto per le centinaia di persone che vivono per strada, senza un tetto sotto il quale ripararsi o una stufa con cui scaldarsi. Per questo - in previsione dell'ondata di freddo - l'assessorato per la Cittadinanza sociale ha disposto un potenziamento dei servizi di accoglienza ed emergenza.

E puntuali sono arrivate le prime "ferite". Dopo le piogge di ieri la cattedrale di Monreale fa i conti con le infiltrazioni nel tetto. I tecnici della Fabbriceria del duomo insieme all'arcivescovo, al presidente della Fabbriceria e al parroco, hanno eseguito un sopralluogo. Le infiltrazioni mettono a rischio il soffitto ligneo. I danni riguardano la parte della copertura della navata centrale che non hanno fatto parte dei recenti interventi di restauro completati la primavera scorsa. Nelle prossime ore una relazione dettagliata verrà inviata alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Palermo. Intanto - in attesa del progetto completo - verranno effettuati lavori d'urgenza per evitare ulteriori danni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo a Palermo: disagi, allagamenti e tombini "esplosi"

PalermoToday è in caricamento