Tragedia di Casteldaccia, una raccolta fondi per la piccola Asia

Gara di solidarietà per la bambina di soli 12 anni scampata alla tragedia di sabato notte. Quando la villetta in cui erano i suoi familiari è stata travolta dal fango, la ragazzina era andata a comprare dei dolci con lo zio

La famiglia Giordano durante una vacanza a Parigi

E' stata lanciata su GoFundMe una campagna di raccolta fondi per Asia Giordano, la bambina di 12 anni scampata alla tragedia che ha colpito due famiglie nella villetta di Casteldaccia, invasa dal fango a causa dello straripamento del fiume Milicia. Asia era andata a comprare i dolci con lo zio. Suo padre, Giuseppe Giordano, è riuscito a salvarsi aggrappandosi a un albero.

Tragedia di Casteldaccia: folla alla camera ardente

A iniziare la campagna la giornalista palermitana Germana Bevilacqua: “Volevamo dare un aiuto tangibile ad Asia, che oggi si trova a non aver più la mamma, il fratellino e la sorellina, i nonni, gli zii. Ha però un padre, Giuseppe, che si prenderà cura di lei e che non vogliamo lasciare solo”. L'obiettivo della campagna è fissato a 10 mila euro, “con cui – racconta l'organizzatrice della raccolta fondi – daremo una mano per il loro futuro. Con i soldi raccolti potremmo finanziare la scuola e la formazione di Asia o qualsiasi altra cosa possa esser loro utile in questa fase”. La campagna è raggiungibile al link www.gofundme.com/per-la-piccola-asia-di-casteldaccia
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento