Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Politeama / Piazza Giovanni Amendola

Maltempo, allagamenti e alberi caduti: disagi dalla periferia al centro

Decine le richieste di intervento giunte alla sala operativa dei vigili del fuoco. Difficoltà per gli automobilisti in viale Regione Siciliana, dove alcuni sottopassi si sono rapidamente allagati con auto impantanate. In via Cipressi è crollato parte del muro perimetrale dei Cappuccini

Via Villagrazia - foto Bonfardino

Pioggia battente e forti raffiche di vento hanno accompagnato il sonno dei palermitani. Il fronte temporalesco ha raggiunto prima i comuni della provincia, in particolare Partinico e Bagheria, per poi spostarsi in città. Disagi e danni si stanno registrando praticamente in tutti i quartieri, da quelli più periferici al centro. Decine le richieste di intervento giunte alla sala operativa dei vigili del fuoco. (GUARDA IL VIDEO)

Difficoltà per gli automobilisti in viale Regione Siciliana, dove alcuni sottopassi si sono rapidamente allagati con auto impantanate. Stop al traffico per alcune ore nel sottopasso Einstein e quello in via Messina Montagne, dove è stato necessario l'intervento dei pompieri per soccorrere degli automobilisti in difficoltà. Chiuso anche lo svincolo per Ciaculli. Nei tratti aperti al traffico si registrano lunghe code e rallentamenti.

frana monreale pioppo-2In tilt anche la statale 113. L'Anas ha reso noto che, sempre a causa di una frana provocata dal maltempo, è stato provvisoriamente chiuso in entrambe le direzioni il tratto della strada statale 643 dal km 14,000 al km 16,00 nei pressi di Polizzi. Sul posto le squadre dell’Anas e le forze dell’ordine per effettuare i rilievi del caso. La circolazione delle auto, dopo essere stata deviata per ore, è stata ripristinata. Chiusa in entrambe le direzioni la strada statale 186 “di Monreale” a causa di una frana tra Monreale e Pioppo (dal km 10 al km 15, nella foto a destra). Rallentamenti e possibili disagi a causa del maltempo si segnalano anche sulla strada statale 624 “Palermo-Sciacca".

A causa del forte vento, sono venuti giù alberi e cartelloni pubblicitari. In particolare, in piazza Amendola (foto a destra - di Luca Piraino) una palma secolare è crollata finendo su un'auto posteggiata e sfiorando un'edicola.piraino_amendola5-2 La vettura è completamente distrutta, ma non si registrano feriti. La piazza è stata transennata per consentire la rimozione dell'arbusto e la situazione è tornata alla normalità solo dopo alcune ore. Grossi rami sono finiti sulle auto in sosta anche in via Paternostro e al Foro Italico. Allagamenti sono stati segnalati nella zona di via Cipressi e in corso Calatafimi. Proprio in via Cipressi è crollato il muro perimetrale del cimitero dei Cappuccini. Anche in questo caso sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia municipale. Per decongestionare il traffico il Comune ha disposto l'apertura di corso Vittorio Emanuele, (varco Porta Nuova), tra piazza Indipendenza e piazza Parlamento.

Mentre le scuole sono aperte regolarmente, ieri il Comune ha disposto la chiusura di ville e giardini pubblici. Ma in diverse scuole si stanno registrando disagi. Alla primaria Garzilli, per l'allagamento dei locali, i bambini non hanno fatto ingresso in aula. Vetri in frantumi per il forte vento alla Raffaello Sanzio di via Ernesto Basile, dove gli alunni sono stati rimandati a casa. Infiltrazioni d'acqua anche all'istituto Pio La Torre. Intonaco e calcinacci sono caduti anche da una porzione di controsoffitto nel reparto di Oncologia del Policlinico. Fortunatamente non si registrano feriti perchè non c'erano nè pazienti nè personale sanitario.

abbate_corsopisani-3In via Onorato, nella zona di corso Pisani, (foto a sinistra) le forti raffiche di venti hanno distrutto la tettoia di una terrazza. La copertura è finita in strada, distruggendo un'auto posteggiata. Sul posto, anche in questo caso, le squadre dei vigili del fuoco che hanno rimosso i detriti e messo in sicurezza l'area.

A Partinico un albero è caduto finendo proprio sopra i cavi elettrici della ferrovia ed è stato necessario interrompere la circolazione dei treni. A Bagheria le scuole sono rimaste chiuse e il Comune ha diramato un avviso con il quale invita "tutti i cittadini a non ostruire in alcun modo i tombini e le caditoie per favorire il deflusso delle acque".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, allagamenti e alberi caduti: disagi dalla periferia al centro

PalermoToday è in caricamento