Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Magione

Tensioni alla Magione, Orlando presenta un esposto in Procura

Alla luce delle reazioni degli ambulanti dopo i continui presidi, il Sindaco vuole fare chiarezza sulla vicenda. Il primo cittadino ha chiesto inoltre un rapporto completo ai vigili urbani, così da potere decidere di conseguenza sul da farsi

La folla alla Magione

Orlando vuole vederci chiaro sugli incidenti di piazza Magione. Il Sindaco, dopo aver appreso dei momenti di tensione tra le forze dell'ordine e gli ambulanti, ha chiesto alla polizia municipale di stilare un rapporto completo su quanto accaduto, oltre ad aver presentato un esposto in Procura. Durante l'operazione interforze di venerdì sera, alcuni abusivi avevano reagito malamente: uno di loro aveva pure minacciato di darsi fuoco.

Per contrastare l'illegalità imperante nella piazza del centro storico, l'Amministrazione comunale ha scelto di usare il pugno duro, dichiarando apertamente "guerra" agli abusivi. Il 20 luglio, un'ordinanza comunale aveva decretato di avviare controlli a tappeto, mandando in campo una sessantina di uomini tra vigili urbani, finanza, polizia e carabinieri. E così, venerdì scorso, all'ennesima giornata di presidi delle forze dell'ordine, gli ambulanti hanno reagito con urla e spintoni. Ma poi hanno anche scritto una lettera, indirizzata al Sindaco, con tanto di raccolta firme: vogliono una tregua e la possibilità di regolarizzarsi. Con la piega che ha preso la situazione, il sindaco Orlando ha chiesto maggiori informazioni al comando della polizia municipale, così da potere esaminare il rapporto e prendere le dovute decisioni.

Esprime amarezza il consigliere Nadia Spallitta: "Sono stata tirata in ballo, ma è stata fornita una versione falsa della vicenda e denigratoria nei miei confronti. Non ero presente al momento del blitz, dato che ero passata nel tardo pomeriggio per incontrare il presidente della prima circoscrizione Paola Miceli. A quel punto ho chiamato gli assessori Marano e Arcuri - spiega il consigliere - e quest'ultimo mi ha detto di non intervenire alla luce delle informazioni che erano circolate sulle presunte infiltrazioni mafiose. Ai pochi ambulanti con cui ho avuto modo di parlare ho solo detto di desistere dai loro intenti perché il Comune sarebbe assolutamente intransigente e non avrebbe permesso loro di montare le bancarelle".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni alla Magione, Orlando presenta un esposto in Procura

PalermoToday è in caricamento